Home / Sport / Calcio / Alla faccia di Lotito: quando le piccole fermano le grandi

Alla faccia di Lotito: quando le piccole fermano le grandi

Non ce ne voglia il “buon” Claudio Lotito, quando il titolo dell’articolo lo interpella, ma l’intenzione è quella di farlo con ironia, senza però certamente tralasciare aspetti ben più seri ed importanti.
Un piccolo grande, forse in taluni casi, inutile risveglio da parte delle provinciali, a seguito delle affermazioni del verace Presidente della Lazio, lo si poteva pure mettere in conto.
Certo è, che neanche chiedendolo al più ottimista dei tifosi del Parma o del Cesena, la risposta sarebbe stata quella di credere a due risultati, che per certi versi hanno dell’epico, se si pensa che vi erano contrapposte la capolista e la vice del campionato di serie A.
Senza scomodare nessuno, non è esagerazione pensare che per una volta tanto Davide batte Golia, o per meglio dire, Davide non soccombe a Golia, ma resiste pure con dignità e tenacia.
Di questo, In fondo in fondo, saranno pure contente le società di Carpi e Frosinone, coinvolte incolpevolmente in una questione politico-mediatica, forse, negli ultimi tempi, con pochi precedenti.
E’ vero che la crescita del mondo del calcio, non può non dipendere dalla vendita di marchi, diritti TV, sponsor, ma vogliamo credere, che questo opulento sport, talvolta esuli da rigidi ed organici schemi, e prevalga il sussulto del debole, la forza dell’illogicità, il fascino dei piccoli miracoli sportivi, che permettano di scrivere pagine nuove ed interessanti.
Ai meccanici e rigidi uomini d’affari, ogni tanto fa bene pensare che ci sia tuttora qualcuno voglioso di vedere una palla rotolare su di un prato verde, con ventidue uomini corrergli dietro, per sfatare un po’ il mito generale dell’illegittimità, del cinismo e della prevedibilità, che sullo stesso sport si è appollaiato. ROBERTO TOTINO.

Check Also

Euro 2016: Portogallo campione. Batte in finale 1 a 0 la Francia

PARIGI – Il verdetto finale di Euro 2016 è “Portogallo Campione d’Europa”. Il match finale …

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close