Home / Locale / Calabria / Isca / Isca sullo Jonio: presentazione manifestazione “Io non rischio”

Isca sullo Jonio: presentazione manifestazione “Io non rischio”

io non rischio 2015Per il quinto anno consecutivo il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme nella campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il weekend del 17 e 18 ottobre più di 4.000 volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” in circa 430 piazze distribuite su tutto il territorio nazionale per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sui rischi dell’alluvione,del terremoto e del maremoto.
Sabato 17 e domenica 18 ottobre, in contemporanea con altre piazze in tutta Italia, i volontari della FIN – Gruppo Protezione Civile che, nata nel 2005, annovera tanti interventi di protezione civile fra cui anche la partecipazione alla campagna dello scorso anno. La Fin in Italia ha avuto assegnate 2 piazze, una di queste in Calabria, a Isca sullo Ionio, a testimonianza del buon lavoro svolto finora dal Comitato Regionale e dal suo presidente, Alfredo PORCARO, dal fiduciario regionale del salvamento Agostino ORLANDO e dal responsabile di Piazza individuato dal DPC nazionale Umberto CONFORTI.
Si parteciperà alla campagna con un punto informativo “Io non rischio” allestito a Isca sullo Ionio, in Piazza S. Michele, coadiuvati dal gruppo di Comunale di Protezione Civile di cui è responsabile l’Assessore Ottavio RAIMONDO per incontrare la cittadinanza, consegnare materiale informativo e rispondere alle domande su cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto, il rischio maremoto ed il rischio alluvione..
“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica. L’edizione 2015 coinvolge volontari e volontarie appartenenti alle sezioni locali di 25 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali.
L’elenco dei comuni interessati dalla campagna il prossimo 17 e 18 ottobre è online sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, dove è inoltre possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close