Home / Notizie / Buon compleanno Jessica Fletcher

Buon compleanno Jessica Fletcher

Jessica Fletcher in una foto di David Edward Byrd per TV Guide pubblicata su Wikipedia
Jessica Fletcher in una foto di David Edward Byrd per TV Guide pubblicata su Wikipedia

A chi non è mai capitato facendo zapping di imbattersi nella Signora Fletcher? E quanti non si sono incuriositi e fermati sul canale in questione per scoprire come sarebbe andato a finire quel complicato caso di omicidio che non era di così facile soluzione come sembrava? E’ capitato a pochi e così in tanti siamo rimasti incollati su quell’emittente per poi tornarci. Ci stiamo occupando – è appena il caso di segnalarlo – della serie televisiva conosciuta come “La signora in giallo”, la cui protagonista Jessica Fletcher (nella vita Angela Lansbury) compie il 16 ottobre 90 anni. Un’attrice divenuta un personaggio cult per gli amanti del giallo grazie all’idea degli autori, Richard Levinson, Peter S. Fischer e William Link che decisero di affidarle nel lontano 1984 e per 12 anni, la risoluzione di intricati casi polizieschi. L’idea di assegnare a colei che recita nel telefilm il ruolo di una ex insegnante divenuta dopo la pensione scrittrice di libri gialli, il compito di consulente della polizia, spesso non sempre gradita per ragioni di orgoglio dagli inquirenti, è senz’altro riuscita per tante ragioni e soprattutto perché la semplicità di Jessica Fletcher, avvicina e coinvolge il telespettatore il quale stuzzicato dalla curiosità partecipa attivamente alla risoluzione di ogni caso. La Flechter, desiderosa di sapere (evidentemente per deformazione professionale) e impicciona per carattere, in molti episodi è la benvenuta per i suoi consigli in quei commissariati dove il capo è un appassionato dei suoi libri, ma non è sempre così. Infatti in tanti altri posti di polizia fa fatica a farsi ascoltare anche se alla fine si è costretti a darle ragione. Grazie alla Flechter il vero colpevole finisce dentro rendendo giustizia alla vittima e anche al soggetto facilmente sospettabile su cui la polizia era convinta che si sarebbe dovuto chiudere il caso. Osservazioni sottili, interrogatori abili e analisi dettagliate del materiale probatorio sono gli strumenti infallibili della scrittrice-detective. Vero è – ci verrebbe da dire – che per chi non avesse la possibilità di frequentare un corso di problem-solving, si potrebbero proporre le “puntate” della “Signora in giallo” per compensare alla mancata partecipazione.
Il 16 ottobre dunque Angela Lansbury spegnerà 90 candeline, figlia di un membro del partito comunista inglese e di un’attrice, rimasta orfana di padre a nove anni, con un curriculum pieno di successi e premiata nel 2013 con l’Oscar alla carriera, per noi resta e resterà “La Signora in giallo”. Un giallo “discreto” messo in tv un tempo non tanto lontano e non come quello di oggi, usato per fare audience attraverso fatti di cronaca vera catapultati nei talk show in cui non sempre si scopre il colpevole e che probabilmente a causa della loro continua proposizione senza novità di rilievo finirebbero con l’annoiare anche la nostra Jessica. Auguri Flechter.

Fabio Guarna

ps ancora oggi facendo zapping la si trova

Check Also

Buon Natale e Felice Anno Nuovo da Soverato News

Related

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close