Home / Locale / Calabria / Calabria maltempo: the day after

Calabria maltempo: the day after

Fiume Ancinale (Satriano)
Fiume Ancinale (Satriano)

CALABRIA lunedì 2 NOVEMBRE 2015 – In ginocchio, flagellata, dissestata, devastata, distrutta. Sono le parole che in queste ore dopo la terribile tempesta che si è abbattuta sulla Calabria si leggono e si sentono sui media. Alle parole spesso si associano le immagini ed i filmati-video di fiumi in piena, di argini superati dalla furia dell’acqua, di ponti crollati, di strade franate, di alberi divelti. La maggior parte delle notizie passa da internet: social (twitter, facebook, instagram, Google +, flickr, youtube, etc.) in testa. Sul potente Google basta digitare le parole che hanno fatto da incipit a questo post e associarle a Calabria (ad es. Calabria in ginocchio) per tentare di capire cosa è successo. Ci sono testimonianze dirette del disastro che rimbalzano su youreporter e vari reportages di ogni tipo: amatoriale, professionale, “instant news” etc. su siti local e global. Chi c’era ha sentito l’urlo del mare, lo scrosciare martellante della pioggia, ha osservato l’impeto dei fiumi e l’incontrollabile potenza delle acque. Il bilancio, come tristemente avviene in questi casi, si chiude in poche battute: ingenti danni e un morto. Ed ora tocca alla Calabria migliore venire fuori: volontari a spalare, aiuto e solidarietà a chi ne ha bisogno. Lo Stato arriverà? Se lo chiedono in tanti. Non se lo chiede la natura che è sempre pronta a riprendersi quello che le viene tolto.

Fabio Guarna