Home / Libri / “Il mastro, il sigaro e la sedia” di Beppe Calabretta

“Il mastro, il sigaro e la sedia” di Beppe Calabretta

Beppe Calabretta
Beppe Calabretta

Beppe Calabretta è nato nel 1944 a Sant’Andrea Apostolo dello Jonio (CZ).Dal 1970 vive e lavora a Lucca.
Torna nella sua terra d’origine per presentare il suo ultimo libro che proprio di questa terra racconta, “Il mastro, il sigaro e la sedia”.
Il romanzo è ambientato a Vela, un immaginario paese sulla costa jonica calabrese. Protagonista è Vincenzo Torrini, mastro falegname che a Vela nasce, vive e muore. Intorno a Vincenzo ruotano vari personaggi, primo fra tutti “Mastro Andrea”, suo maestro nell’arte di lavorare il legno e nella vita e i due amici, Ciccio e Pico. Ci sono, poi, le donne della famiglia, figure, ognuna a suo modo, forti e complesse: Annina, la madre; Mariantò, la nonna; Vittoria, la zia e Marianna, la moglie.
La vicenda si svolge prevalentemente nella prima metà del novecento, tra guerre, carestie, fascismo resistenza partigiana e brigantaggio, indugiando di più su alcuni momenti storici ma con un epilogo che arriva fino ai giorni nostri.
Romanzo storico-sociale, che riesce a raccontare le vicende della “gente comune”, quelle che le cronache ufficiali mai registrano, usando come quadro, di sfondo, la Storia con la “S” maiuscola, quella storia che è sia causa che effetto delle vite, delle azioni, degli affanni e delle gioie in cui questo romanzo piacevolmente ci trasporta.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close