Home / Notizie / Su SACAL sottovalutazione della politica – nota di Soriero

Su SACAL sottovalutazione della politica – nota di Soriero

Sulla vicenda Sacal Pino Soriero, già sottosegretario del Governo Prodi e sempre sensibile alle politiche che riguardano il meridione ed in particolare la Calabria interviene con una nota che suona come un appello come lui stesso lascia intendere, al Ministro del Rio e a Cantone, Presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione.
Scrive Soriero:
“Da tempo abbiamo dichiarato pubblicamente e più volte che la SACAL non doveva essere lasciata a sè stessa, non era appannaggio di una famiglia o di un gruppo di imprenditori amici. Condivido totalmente la richiesta avanzata dalla CGIL Calabrese affinchè in queste ore la SACAL, appannata da eclatanti vicende giudiziarie, abbia la massima attenzione delle istituzioni nazionali ( Ministero, ENAC, Autorità anticorruzione) e innanzi tutto della Regione. Se finora dai livelli politici e istituzionali competenti c’è stata sottovalutazione, ora la proprio politica deve compiere un salto di qualità e di credibilità. Si deve fare subito chiarezza sui bandi emanati per la selezione del personale. Si deve rendere subito pubblico il piano industriale per la gestione dei sevizi nei 3 aeroporti calabresi . L’ organizzazione dei nuovi servizi non può rimanere appannaggio di un gruppo ristretto di potere, poiché riguarda la tutela del diritto alla mobilità per tutti i cittadini. Siamo a un passaggio delicato che riguarda il rapporto tra funzioni pubbliche e interessi privati. E’ giusta quindi la richiesta avanzata dal Sindacato,
a tutela non solo degli utenti, ma innanzi tutto delle professionalità e dei lavoratori. Sono infatti potenzialmente eccellenti le condizioni di vantaggio della logistica infrastrutturale,
che dispiega la Calabria al centro delle rotte aeree nel Mediterraneo.

Giuseppe Soriero, già Sottosegretario ai Trasporti nel Governo Prodi