Satriano

Drosi si mobilita e dà priorità ai giovani

Prosegue senza sosta il calendario degli incontri del candidato a sindaco  per il “Movimento per l'alternativa di Governo a Satriano”, Michele Drosi. L'esponente politico attualmente dirigente regionale dei democratici di sinistra e segretario dell'Unità di Base locale, ha dichiarato di puntare molto sulle c.d. “quote arancioni” e presto a tal proposito incontrerà un gruppo di giovani della cittadina jonica. Si è parlato di quote arancioni in occasione dell'ultima tornata elettorale quando  un gruppo di giovani milanesi ha lanciato un'originale idea al salone della triennale: riservare a chi ha meno di quarant'anni un numero di posti in politica. La proposta è sembrata dapprima un grido nel silenzio, poi è andata avanti al punto da occupare una mezza pagina del “Corriere della Sera”...L'argomento naturalmente ha coinvolto all'epoca anche le realtà politiche locali, tutte alle prese nell'allestimento delle liste per la campagna elettorale.  Ed oggi il discorso a meno di un anno  è rimbalzato a Satriano. “Valorizzeremo quanto più possibile le energie giovani - ha dichiarato Michele Drosi - per rendere protagonista la gioventù satrianese del futuro della cittadina jonica. parliamo di giovani - ha proseguito Drosi - e lo facciamo non come solitamente si fa per luogo comune, ma perché realmente crediamo che essi possano rappresentare la linfa e la spinta propulsiva per una città che è entrata nel terzo millennio”. Insomma quanto basta per dire che sembrerebbe già iniziata la campagna elettorale per il neonato  “Movimento per l'alternativa di Governo a Satriano” che al momento può contare sul sostegno dei Democratici di Sinistra, della Federazione dei Socialisti Calabresi, della Democrazia Cristiana, dell'Associazione il Campo, del Gruppo Autonomo e del Gruppo “Donne per Satriano” .

Read More »

Satriano, Emilio Masucci interviene sulla candidatura a sindaco di Michele Drosi

Emilio MasucciEmilio Masucci, coordinatore dei Popolari-Udeur di Satriano interviene con una lunga nota sulla costituzione del neonato Movimento delle forze per l'alternativa di Governo a Satriano e la candidatura a sindaco di Michele Drosi, dirigente regionale dei Democratici di sinistra e segretario Ds Satriano. Masucci dopo una lunga analisi dell'attuale quadro politico e il resoconto di alcune iniziative e incontri avvenuti di recente fra le forze del centrosinistra pur dichiarando prestigiosa la proposta di candidare a sindaco Michele Drosi dichiara “…purtroppo, per i tempi e i modi in cui è stata proposta, e per problemi politici oggettivi, è inidonea ad aggregare quell'ampio consenso elettorale fondamentale per poter sperare di prevalere nella prossima difficile competizione elettorale comunale”. Quanto invece ai rapporti con il neonato movimento l'esponente Udeur scrive come esso per il suo partito “… non possa essere idoneo interlocutore politico per prossima competizione elettorale”. Intanto negli ambienti politici cittadini si mormora che il Movimento delle forze per l'alternativa di governo a Satriano sembrerebbe in queste ore tutto proteso alla ricerca  di nuove alleanze per  la definizione di un programma comune da presentare agli elettori e raccogliere maggiori consensi per l'elezioni del civico consesso che si terranno  nella primavera 2007.

Read More »

Satriano, nasce il Movimento delle forze per l'alternativa di Governo a Satriano che candida a Sindaco Michele Drosi

Satriano - I Democratici di Sinistra, la Federazione dei Socialisti Calabresi, la Democrazia Cristiana, l'associazione “Il Campo”, il Gruppo Autonomo, il Gruppo “Donne per Satriano”, fanno sapere con una nota che “si sono riunti ed hanno dato vita al “Movimento delle forze per l'alternativa di Governo a Satriano”. Il Movimento si legge nella nota “intende lavorare per la costruzione di un progetto politico/amministrativo in grado di segnare una netta discontinuità con l'attuale esecutivo comunale” di cui si critica negativamente la gestione. L'appena nato soggetto politico inoltre “fa propria - si legge - la candidatura di Michele Drosi a Sindaco di Satriano, emersa con grande forza nei mesi scorsi per l'azione e l'impegno costante portato avanti nel corso degli anni...”. Il comunicato si conclude con un appello alle forze politiche ed in particolare ai socialisti affinché concorrano al progetto del neonato movimento.

Read More »

Satriano. Zona nord, cartello di sequestro area

A S.Trada, località nella zona posta a nord di Satriano centro appare da ieri innanzi al cantiere del costruendo stadio di Satriano un cartello che avvisa del sequestro dell'area. Ancora non sono ufficialmente note le ragione del provvedimento anche se l'assessore ai lavori pubblici Luciano Battaglia, ha spiegato, che dovrebbero ricondursi alla presenza di una discarica abusiva. In sostanza ignoti avrebbero depositato in quell'area materiale che sarebbe dovuto essere smaltito in apposite discariche autorizzate. Luciano Battaglia ha escluso ogni responsabilità dell'amministrazione. "Peraltro - ha aggiunto l'esponente di giunta - la zona posta sotto sequestro non è di pertinenza comunale. Faremo di tutto - ha concluso - per quanto di competenza dell'amministrazione comunale - per la risoluzione del problema".

Read More »

Consiglio comunale a Satriano. Si dimette da assessore Barbara Arona

Si è dimessa Barbara Arona, dalla carica di assessore del Comune di Satriano. L'esponente dell'esecutivo satrianese (ormai ex), ha annunciato la sua decisione durante l'ultimo consiglio comunale che si è tenuto ieri nella cittadina delle Pre-Serre...Alla base della decisione la mancata collaborazione con il suo assessorato dei colleghi di Giunta (in particolare Luciano Battaglia e Valentino Delfino), accusati di avere programmato le attività (soprattuto quelle relative agli spettacoli) senza porre alla base un dibattito ispirato alla collegialità. Luciano Battaglia ha respinto al mittente le accuse difendendo l'operato dell'esecutivo satrianese. Barbara Arona, per il momento non ha ancora annunciato quale posizione politica assumerà all'interno dell'assise in qualità di consigliere comunale. La dimissione da Assessore allo spettacolo di Barbara Arona, è stato l'argomento che ha tenuto più banco durante il consiglio comunale che aveva all'ordine del giorno due punti:il riequilibrio di bilancio e una lottizzazione nella zona marina. Entrambi i punti sono stati approvati.

Read More »

Satriano: ci saranno quote arancioni?

La politica satrianese in questo periodo sembra concentrarsi sul nome dei candidati a sindaco che la prossima primavera si contenderanno il titolo di primo cittadino satrianese. Ma una domanda che non sembra occupare molto la cronaca politica locale anche se non si può escludere diventi il leit motiv della prossima campagna elettorale è la seguente: “quante donne e quanti giovani scenderanno in campo alle prossime amministrative per il rinnovo del civico consesso satrianese? O meglio: “quanto si colorerà di rosa e di arancione il nuovo consiglio comunale?”Parliamo dunque non solo di “quote rosa” ma anche di “quote arancioni” prendendo spunto dalla proposta lanciata al salone della Triennale in occasione dell'ultima tornata elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Milano da un gruppo di giovani della città capoluogo della Lombardia. La loro opinone è che  bisogna riservare a chi ha meno di quarant'anni un numero di posti in politica. La questione è sembrata dapprima un grido nella quiete, poi ha preso piede al punto da occupare una mezza pagina del “Corriere della Sera”. L'argomento naturalmente ha coinvolto all'epoca anche le realtà politiche locali, tutte impegnate ad allestire le liste per affrontare la campagna elettorale.  E il discorso potrebbe a distanza di qualche mese essere rimbalzato a Satriano. Certo non basta lo status di ventenne o trentenne per essere un buon amministratore ma qualcosa per la rappresentanza giovanile va fatta, così come per quella delle donne si è tentato di realizzare. Ed allora se le quote arancione per legge ancora non sono previste bisognerebbe sentire a questo punto Cesare Fracca, il leader del movimento milanese dei trenta-quarantenni e agire di conseguenza. Fracca  dichiarò, a suo tempo, al Corriere della Sera: «Noi non chiediamo quote, ci buttiamo nella mischia convinti delle nostre idee che riguardano tutti, dai bambini agli anziani. Dovessi indicare un riferimento ideale, nella politica  ha proseguito Fracca  direi Ciampi, il presidente della Repubblica (ora ex ndr). Un ottantenne con lo spirito di un ragazzino, coerente, perbene, con gli stessi nostri ideali». Che dire: non sempre basta essere giovani per essere freschi, ma quando si è giovani e freschi è un peccato aspettare che il tempo passi. Sarà così anche a Satriano?Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Satriano: oggi si festeggiano i Santi Medici

Chiesa di SatrianoSATRIANO - Oggi a Satriano si festeggiano i Santi Medici Cosma e Damiano. I due fratelli, nati nel terzo secolo d.C., esercitarono in vita la professione medica e sono considerati santi protettori della categoria dei medici e dei farmacisti. Furono martiri sotto Diocleziano e si venerano da centinaia di anni in molte parti d'Italia, soprattutto nelle regioni meridionali (principalmente Puglia e Calabria).

Read More »

Satriano, il consiglio comunale approva il bilancio consuntivo – resoconto tratto da Il Quotidiano

Satriano - È durato poco meno di due ore il consiglio comunale di Satriano che aveva all'ordine del giorno quattro punti fra cui l'approvazione del conto consuntivo. Prima di dare inizio ai lavori il sindaco Domenico Battaglia ha annunciato che la consigliere di minoranza Antonella Bevacqua ha comunicato che non potrà partecipare ai lavori del consiglio per concomitanti impegni personali e ha dato lettura integrale di una lettera del consigliere Pino Basile in cui l'esponente politico in forza all'opposizione motiva le ragioni della sua assenza per impegni professionali e si duole, stigmatizzando l'accaduto, per la mancata convocazione della conferenza dei capigruppo durante la quale si sarebbe dovuto concordare anche la data del consiglio. Il sindaco Domenico Battaglia, dopo avere riconosciuto le ragioni di Basile, si è scusato per quanto avvenuto, auspicando che per il futuro non si ripetano più simili disguidi.Il primo punto all'ordine del giorno, ovvero l'approvazione del rendiconto di gestione per l'esercizio finanziario 2006, è stato introdotto dal primo cittadino il quale ha esordito: «con orgoglio comunico che dai dati contabili risulta un avanzamento di bilancio di 193.000 euro (193.872 ndr)»; dati secondo il sindaco che dimostrano dal punto di vista politico l'efficienza e quindi il successo dell'operato dell'amministrazione. Quindi il vicesindaco MariaTeresa Battaglia con delega al bilancio ha relazionato sul consuntivo soffermandosi sugli aspetti contabili relativi alla gestione. La minoranza, attraverso il consigliere Franco Riverso ha dichiarato il suo voto contrario esprimendo riserve sull'esigibilità di alcuni crediti acquisiti all'attivo e soprattutto stigmatizzando l'indebitamento subito dall'ente a causa di alcuni decreti ingiuntivi. Il consuntivo è passato con i voti della sola maggioranza (astenuta la consigliere Lucia De Toma, new entry nel consiglio comunale dopo le dimissioni di Francesco Battaglia). La discussione del consuntivo è stata anche occasione per chiarire alcune questioni relative all'utilizzo di mutui da parte dell'ente. Per Franco Riverso l'eccessivo ricorso a queste forme di finanziamento va stigmatizzato perchè svuota le tasche dei cittadini mentre si potrebbe ricorrere ad altre forme di sovvenzioni come quelle comunitarie. Di parere diametralmente opposto il sindaco che ha fatto notare come sia doveroso per le amministrazioni che hanno voglia di amministrare bene e realizzare risultati per la cittadinanza ricorrere alla cassa depositi e prestiti. In questa direzione si è mossa la sua amministrazione - ha sottolineato Battaglia -che può vantare all'attivo diverse opere già fruibili dai cittadini. All'unanimità dei presenti è passato il secondo punto relativo alla ratifica delibere variazioni di bilancio I, II, III al cui voto e discussione non ha partecipato il consigliere Valentino Delfino, allontanatosi dall'aula. Approvato anche l'atto di indirizzo per l'affidamento dei servizi di refezione scolastica mentre l'ultimo punto relativo ad un piano di lottizzazione ad iniziativa privata è stato ritirato su suggerimento dell'ufficio tecnico per completare l'istruttoria necessaria pertinente al procedimento in oggetto.Fabio Guarna (Fonte il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Consiglio Comunale di Satriano del 19 settembre 2006

Consiglio Comuna di Satriano del 19 settebre 2006Satriano. Si è tenuto ieri il consiglio comunale di Satriano.I punti all'ordine del giorno erano 4 ma ne sono stati discussi 3 in quanto l'ultimo relativo all'approvazione di un piano di lottizzazione è stato ritirato su suggerimento dell'ufficio tecnico per completare l'istruttoria necessaria pertinente al procedimento in oggetto.I punti discussi e approvati dall'assemblea sono:1) approvazione rendiconto di gestione esercizio finanziario 20062) ratifica delibere variazioni di bilancio I,II, III3) affidamento servizio di refezione scolastica scuole materne, elementari e medie. Gara ad evidenza pubblica. Atto di indirizzo.L'avanzo di bilancio che risulta dal rendiconto di gestione per l'esercizio finanziario 2006 è risultato pari a 193.872,00 euro

Read More »

Luciano Battaglia e Michele Drosi è la sfida "non ufficiale". Mentre cominciano a circolare le notizie civetta

Foto di SatrianoSatriano - scriveva Oscar Wilde: “l'autorità è sempre degradante, degrada sia coloro che la esercitano e sia coloro che la subiscono”. Chissà se a Satriano, dopo avere letto questo aforisma i nomi degli aspiranti a candidarsi a sindaco cominceranno a diminuire. In realtà di definito c'è ben poco. I nomi che si fanno con una certa attendibilità sono quelli di Michele Drosi, dirigente regionale dei Ds che da tempo conferma di essere disponibile a candidarsi dichiarando di essere impegnato a formare una coalizione per amministrare il paese e di Luciano Battaglia, assessore ai lavori pubblici e già sindaco di satriano che sulla sua candidatura non conferma e non smentisce. Intanto il tempo trascorre e l'appuntamento previsto per la prossima primavera quando si voterà per il rinnovo del civico consesso si avvicina generando sempre più interrogativi. Le domande più frequenti che si fanno negli ambienti politici cittadini attualmente sono: quanti candidati si contenderanno gli scranni di palazzo di città? Luciano Battaglia e Michele Drosi sono gli unici nomi o ce ne sono altri? E ancora: chi sono gli aspiranti assessori delle prossime giunte? È tutto oro quel che luccica o quel che si vede non corrisponde alla realtà e dietro le quinte i giochi e le intese restano aperti a soluzioni difficilmente ipotizzabili? Tante domande e poche risposte riferibili sia a destra che a sinistra. Vero è che l'abitudine al trasversalismo e al trasformismo a satriano, come in gran parte del nostro paese non è una novità. Ancor più se si considera che in una piccola comunità, il consenso verso questo o quel candidato non è dettato spesso dall'appartenenza politica come avviene per altre competizioni elettorali (Camera, Senato, etc.) Ma da altri motivi. Ecco perché le domande e le notizie che si rincorron, solitamente frutto di fantapolitica, trovano terreno per diffondersi. Ma spesso si tratta di notizie civetta. Ovvero delle notizie messe in campo per sondare gli animi e gli intenti dell'opinione pubblica ma prive di un reale fondamento. Esiste, in materia, un precedente abbastanza autorevole. Nel 1991 l'allora ministro delle finanze, rino formica fece circolare notizia di un imminente condono fiscale. Lo fece per saggiare la reazione dell'opinione pubblica. La stampa prese la notizia per buona e la divulgò e commentò congruamente. Toccò poi allo stesso ministro smentirla e dichiarare apertamente che si era trattato, così si espresse, di una comunicazione-civetta. Insomma quanto basta per valutare attentamente e serenamente quanto viene dichiarato in attesa che i giochi si concludano. Intanto il tempo stringe e la satriano politica non nuova ad esperienze di liste last-minute non si ferma. Ai cittadini resta un ultimo interrogativo: verranno ufficializzati i nomi dei candidati a sindaco in tempi ragionevoli per consentire agli elettori di valutare senza fretta programmi e uomini che dovranno amministrare nel quinquennio 2007-2012 la città? Qualcuno pensa, e forse spera, che si finirà in zona cesarini.Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »