Home / Locale / Calabria / Soverato (page 69)

Soverato

Conurbazione, corsivo di Fabio Guarna su "Il Quotidiano"

Prosegue su "Il Quotidiano della Calabria" il dibattito sulla conurbazione. Di seguito un corsivo (spunti) a firma di Fabio Guarna pubblicato nell'edizione di oggi 5 dic. 2007 (pag. Soverato e dintorni) CONURBAZIONE, C'È L'IPOTESI DI UNA MACRO AREA Che ci sia la volontà di unirsi fra più comuni è un dato che sembrerebbe potersi considerare, almeno per la maggior parte dei casi, come fermo. Il convegno di Montauro dei giorni scorsi lo ha testimoniato con la considerevole presenza di primi cittadini delle comunità del basso jonio soveratese. Ora, carte alle mani, è necessario capire quali potrebbero essere i criteri da individuare per procedere all'aggregazione fra più enti. Qualcosa già esiste e si tratta dei c.d. “livelli” stabiliti dalla provincia ex l. reg.le 15/06. Un riferimento importante per Cosimo Femia, sindaco di Davoli e consigliere provinciale che a margine del convegno di Montauro ha spiegato che non si può non tenere conto di queste aggregazioni prima di procedere ad una operazione diretta a unire più comuni. Ma Femia  il cui ragionamento è stato sposato per intero dal sindaco di Girifalco Mario Deonofrio, ha ulteriormente auspicato che una eventuale aggregazione di più livelli sarebbe interessante e forse più utile per i vari territori. A cosa si riferiva Femia? È facile capirlo dalla stessa e-mail che il sindaco di Davoli ci ha inviato in cui sono elencati i vari livelli e i comuni compresi in essi con accanto il numero di residenti. Per quanto riguarda il basso jonio e le pre-serre rileviamo che il livello 8 è composto da Montepaone, Gasperina, Stalettì, Palermiti, Vallefiorita, Girifalco, Squillace, Borgia, Amaroni e Montauro per un totale di 32.791 abitanti; il 12 da Cardinale, Torre di Ruggiero, Chiaravalle Centrale, Argusto, Gagliato, Petrizzi, Centrache, Olivadi, Cenadi e San Vito sullo Jonio per un totale di 17.297 abitanti; il 13 da San Sostene, Davoli, Satriano, Soverato e Sant'Andrea Apostolo sullo Jonio con 19.508 abitanti; il 14 da Isca sullo Jonio, Badolato, Santa Caterina sullo Jonio e Guardavalle per un totale di 12.617 abitanti.  Si tratta di gruppi che, come auspica il sindaco Femia potrebbero a loro volta unirsi. Ed è un'ipotesi che potrebbe trovare ampi consensi. In sostanza si creerebbe una macro-area con un numero di abitanti molto elevato. Si pensi ad es. all'aggregazione del gruppo 13 con il 14 o dello stesso 13 con il n. 8 o ancora di entrambi i tre livelli (8-13-14). Un terno che regalerebbe ad una futura unione una popolazione di ben 64.916 abitanti. Ma ancora ad unirsi potrebbero essere i livelli 8 e 12 oppure, infine, per fare la gioia dello storico Ulderico Nisticò che ha lodato se stesso recentemente per essere stato il primo a parlare di conurbazione si potrebbero unire tutti i livelli 8-12-13-14. Ma in quest'ultimo caso sarebbe meglio che fosse lo stesso Ulderico Nisticò ad indicarci meglio i suoi confini.  Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Conurbazione, il sindaco di Davoli Cosimo Femia interviene

FEMIA: "EX L.REG.LE 15/06 SONO STATI CREATO I LIVELLI TERRITORIALI. UNO DI QUESTI COMPRENDE DAVOLI,  SOVERATO, SATRIANO, SANT'ANDREA E SAN SOSTENE Ieri si è tenuto un interessante convegno sul tema dell'Unione dei Comuni presso il Teatro Comunale di Montauro. La presenza di  moltissimi sindaci del comprensorio del versante jonico ha testimoniato l'attenzione verso questo argomento. C'era anche Cosimo Femia, sindaco di Davoli e consigliere provinciale il quale è convinto che l'Unione dei Comuni sia un progetto che bisogna studiare con molta attenzione. Femia apprezzando l'iniziativa del sindaco di Soverato Raffaele Mancini di promuovere l'Unione Terre dello Jonio ha rilevato però che non si può non tenere conto quando si delimitano gli ambiti territoriali delle indicazioni della provincia che ex l.reg.le 15/06 ha stabilito i c.d. "livelli". Si tratta di aggregazioni di comuni predefiniti che tengono conto delle caratteristiche geografiche e territoriali nonchè della densità abitativa dei territori che si aggregano. "Davoli ha spiegato - Femia - è aggregato a Soverato, San Sostene, Sant'Andrea e Satriano. Ed è da questa aggregazione che bisogna partire per promuovere l'unione fra comuni. Anzi se a questo livello se ne aggiungessero altri sarebbe ancora meglio."

Read More »

Massimo Rattà sindaco di Montepaone: "più Comuni nell'Unione Terre dello Jonio"

Massimo Rattà Il progetto dell'Unione dei Comuni denominato "Unione terre dello Jonio" che dovrebbe comprendere Soverato, Satriano, Petrizzi, Montepaone e Gagliato, secondo il sindaco di Montepaone Massimo Rattà potrebbe essere esteso ad altri Comuni. In un articolo de "Il Quotidiano della Calabria" che vi riportiamo di seguito si tratta quest'ipotesi ARTICOLO TRATTO DA IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA DEL 02/12/07 SOVERATO - Gli organi di informazione si occupano da tempo del tema della conurbazione lanciando appelli a più riprese e raccogliendo le esigenze del territorio che sembrano chiedere una più efficiente ed efficace gestione dei servizi. Si è partiti da Soverato per il quale si è spesso parlato di una possibile unione con Satriano. Una eventualità (di potersi unire) che ha cominciato ad interessare più comuni. Addirittura, recentemente, su un sito amatoriale (Soverato News – www.soveratonews.com ) un sondaggio (non a carattere scientifico hanno precisato dal sito) ha indicato la volontà delle popolazioni di Satriano e Soverato di volersi unire in un solo ente. Un argomento che per molto tempo è rimasto sulle pagine dei giornali ma che oggi sembra concretamente realizzarsi. È stato il sindaco di Soverato Raffaele Mancini a muovere il primo passo. Una proposta che si è estesa, come in passato alcuni organi di informazione (Il Quotidiano ndr), avevano previsto anche ad altre realtà. E non è un caso se nei prossimi giorni a Montauro, si incontreranno i sindaci di Squillace, Gasperina, Montepaone e Montauro per parlare di Unione dei Comuni. Una circostanza che deve far riflettere alla luce anche delle recenti riflessioni riportate su queste colonne nei giorni scorsi da Massimo Rattà, sindaco di Montepaone. Il comune guidato da Rattà, infatti, è compreso nel progetto lanciato da Mancini denominato “Unione terre dello Jonio” in cui si ritrovano anche Satriano, Petrizzi e Gagliato. Secondo il sindaco di Montepaone sarebbe opportuno però coinvolgere altri enti fino a spingersi a Squillace. In sostanza il primo cittadino montepaonese prefigura una unione dei comuni ben più vasta di quella lanciata da Mancini in cui l'asse di riferimento potrebbe spostarsi e diventare proprio il Comune di Montepaone. Quest'ultimo infatti, dal punto di vista urbanistico da diversi anni è in fase di notevole espansione: sono sorti villaggi, nuovi insediamenti e attività commerciali (si pensi al centro commerciale Le Vele). E ancora Montepaone ha aumentato il numero degli abitanti ed è un punto di riferimento per le vacanze estive di molti abitanti del capoluogo. Naturalmente in termini di conurbazione diventa doveroso per tutti i Comuni valutare gli enti contermini così da prefigurare un centro geografico coerente con le caratteristiche del proprio territorio. Per questo la città di Montepaone nell'Unione Terre dello Jonio senza Montauro e Gasperina dentro (per fare un esempio ma si potrebbe parlare anche di Squillace e Stalettì) apparirebbe monca e non è detto che escludendo Gasperina e Montauro l'ipotesi trovi unanime consenso della popolazione montepaonese. Del resto, non è un caso se proprio Rattà su queste colonne - dopo avere appreso della riunione dei capigruppo del consiglio comunale di Soverato, ai quali è stata presentata dal presidente dell'assise soveratese, Giancarlo Tiani la bozza dello statuto di Terre dello Jonio -, abbia voluto sottolineare che prima di spingere l'acceleratore è necessario far metabolizzare agli abitanti di ogni comune il progetto dell'unione dei comuni. E chissà se un giorno l'Unione Terre dello Jonio non diventi piùgrande di quella proposta da Mancini… Nella foto Massimo Rattà, sindaco di Montepaone (Cz). Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Messico, congresso Slow Food

Mariachi Da Slow Food Soverato: IL VERO GRANDE EVENTO DI NOVEMBRE: LA PARTECIPAZIONE AL CONGRESSO INTERNAZIONALE DI SLOW FOOD IN MESSICO Ho partecipato al congresso slow food in Messico che si è tenuto a Puebla dall'8 all'11 novembre: Ero lì tra i tre delegati della Calabria,i 140 delegati di slow food Italia e soprattutto tra i 430 delegati di tutto il mondo. Ho incontrato alcune comunità di contadini ed etnie particolari, ho ascoltato molto e sto ancora meditando. Ho fatto molte foto, ho ancora nelle orecchie i canti dei Mariachi e ricordo i sapori complessi di una terra ricca di tante varietà gastronomiche. Un'esperienza indimenticabile e formativa. Due le principali novità, che interesseranno l'associazione fondata nel 1986 e il suo progetto più recente, Terra Madre, che giungerà nell'ottobre 2008 alla terza edizione. La prima novità: l'ingresso delle donne e dei giovani ai vertici di slow food Internazionale.«Non si può sempre commuoversi quando parlano i giovani, rivendicare pari opportunità per le donne, affermare la centralità del mondo contadino nella nostra associazione, e poi non fare seguire queste dichiarazioni d'intenti ai fatti» ha dichiarato Petrini «ed è giusto che anche il bastone del comando passi a forze fresche, che portino nuova linfa vitale, che rappresentino l'evoluzione della politica di Slow Food nei prossimi anni. Spazio, dunque, ai nuovi tre vicepresidenti: la confermata Alice Waters, di Slow Food Usa, l'attivista indiana Vandana Shiva e John Kariuki Mwangi, studente keniota dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, la scelta più applaudita dalla platea dei delegati.( ho una foto che mi hanno scattato insieme a John) .  «Saranno quattro anni fantastici: divertenti, interessanti, pieni di progetti nuovi che realizzeremo, come diretta conseguenza dell'evoluzione di Slow Food e del suo recente sviluppo in aree come il Sud America, l'Africa e il Continente Asiatico. «Anche qui, in Messico, il bastone del comando deve passare a quel mondo di cui ci riempiamo spesso la bocca, senza lasciargli però la possibilità di decidere, uscendo da quella concezione che ha come baricentro l'Occidente anche quando ci si muove a fin di bene» ha continuato il Presidente, che poi ha nominato Alma Rosa Garces della comunità del cibo di Villahermosa in Tabasco come elemento cardine della direzione nazionale messicana. La seconda grossa novità riguarda Terra Madre, il meeting delle Comunità del Cibo che si tiene ogni due anni a Torino. «Abbiamo messo in rete i contadini nella prima edizione, poi abbiamo aggiunto le Università e i cuochi nella seconda, il prossimo anno sarà la volta del più grande festival folk mai organizzato, perché inviteremo anche i musicisti delle Comunità, e li faremo suonare in tutto il Piemonte». Ma non solo, «parallelamente a Terra Madre si terrà anche un grande meeting di giovani, universitari e contadini, del nord e del sud del mondo». Di ritorno in Calabria, siamo già in azione per i prossimi grandi impegni, tra cui la costruzione dei mercati della terra. Pensiamo di promuoverne uno a Lamezia Terme, ci stiamo lavorando e vorremmo attivarlo almeno per questa primavera. Ora fervono i preparativi per il nostro concorso gastronomico, giunto alla VII edizione. La novità di quest'anno è la collaborazione con L'IPSSAR di Soverato, dove gli alunni delle terze classi si stanno esercitando per la gara che si svolgerà mercoledì 5 dicembre. Il tema : IL BACCALÀ NELLA CUCINA DELLA TRADIZIONE CALABRESE.I PRIMI ED I SECONDI PIATTI. La conclusione del concorso sarà il 13 dicembre, in occasione della nostra cena degli auguri, che faremo alla baia dell'est. Nei prossimi giorni i particolari di questa serata. Marisa Gigliotti

Read More »

Raoul Bova, rinviata la conferenza stampa

SOVERATO - È stata rimandata la conferenza stampa con Raoul Bova che oggi si sarebbe dovuta tenere presso il teatro comunale di Soverato. L'iniziativa - si apprende da un comunicato pubblicato sul sito del Comune di Soverato - è stata rinviata per impegni professionale del modello e attore di origini calabresi.

Read More »

Soverato, oggi riunione dei capigruppo. Si parlerà di conurbazione

SOVERATO - Convocata dal Presidente del Civico Consesso Giancarlo Tiani la riunione del capigruppo in consiglio comunale. Si tratta di una riunione che precede quella consiliare. Fra gli argomenti che verranno trattati ha anticipato Tiani, ci sarà la proposta di uno statuto da discutere in consiglio comunale, per l'unione dei comuni denominata "Unione Terre dello Jonio". Un progetto lanciato nei giorni scorsi dalla giunta soveratese e che ha registrato il consenso dei sindaci di alcune cittadine contermini a Soverato in una riunione convocata presso Palazzo di Città dal primo cittadino Raffaele Mancini.

Read More »

Raoul Bova a Soverato

SOVERATO  - L'attore e modello Raoul Bova sarà ospite questa sera (28/11/07) al teatro comunale di Soverato. Lo si apprende in una nota pubblicata sul sito del Comune di Soverato. L'attore 36enne è di origini calabresi ed è stato definito, dopo un sondaggio effettuato dal mensile "Classe" qualche anno fa, come "il più bello d'Italia". Raoul Bova sarà insieme a Gianvito Casadonte, direttore artistico del teatro comunale Soveratese e terrà una conferenza stampa. Durante l'incontro con i giornalisti, previto per le 17,30,  Raoul Bova, presenterà "Milano Palermo, il ritorno". Si tratta di un film genere azione che ha come regista Claudio Fragasso.

Read More »

Promozione calabrese: nessun punto per il Soverato nella 11a giornata

11a giornata  che non porta alcun punto al Soverato che ha perso per una rete a zero a Tiriolo. Gol segnato in zona cesarini dalla squadra di casa. Di seguito risultati della 11a giornata del campionato di promozione calabrese girone A 2007/08 e classifica RISULTATI Colosimi-Mirto Crosia 1-0; Comprensorio Amantea-Rossano 1-1; Isola Capo Rizzuto-Fuscaldo 4-2; Cariatese-R.Nicastro 2-1; Luzzese-Promosport 2-2; Schiavonea-Silana 4-0; Simeri Crichi-Montalto 1-4; Tiriolo Martelletto-Soverato 1-0 CLASSIFICA Rossano punti 25; Luzzese * p. 23; C.Amantea 21; Promosport 19; Schiavonea 18; Soverato, Isola Capo Rizzuto e Tiriolo Martelletto p. 17; C.Montalto 16; R.Nicastro e Cariatese p. 12; Colosimi p. 11; Fuscaldo p. 9; Mirto Crosia * p. 8; Simeri Crichi p. 6; Silana p. 4 * una partita in meno

Read More »

Osteoporosi, ora ci sono i day service

Ci sono novità in Calabria per la cura dell'Osteoporosi. Lo si apprende da un'intervista ad Ernesto Crea, medico ortopedico del nosocomio di Soverato  realizzata da Fabio Guarna su "Il Quotidiano della Calabria" (pag. Soverato e dintorni) A tu per tu con Ernesto Crea, medico del reparto di Ortopedia all'ospedale cittadino OSTEOPOROSI, ORA CI SONO I DAY-SERVICE SOVERATO - È stata recentemente emanata una delibera dalla Giunta Regionale che istituisce i day-services per la diagnosi e cura dell'osteoporosi. Si tratta di una novità nel campo della sanità calabrese che introduce nuove garanzie di cura e prevenzione per questa patologia. Lo sa bene Ernesto Crea, medico del nosocomio di Soverato che già da tempo nel reparto  di ortopedia si occupa di osteporosi Dottore, cosa cambia con questa delibera? Intanto la cura dell'osteoporosi che, ricordo, ha una percentuale di mortalità altissima paragonabile a quella del cancro alla mammella con costi sociali elevatissimi, non è più affidata all'organizzazione spontanea dei reparti così come è avvenuto fino ad oggi (es. rep.ortopedia di Soverato ndr), ma viene regolamentata attraverso un intervento di prevenzione e cura con omogeneità sul territorio e soprattutto diventa gratuita la funzione del servizio così come lo è per lo screening alla mammella. Quindi la novità è che su tutto il territorio calabrese gi utenti, anzi le utenti (si tratta in prevalenza di donne), usufruiscono dello stesso servizio in qualunque posto esse vivano. Che tipo di prestazioni sono previste? L'accesso ai day-services di osteoporosi prevede: visita ortopedica, valutazione dietetica dell'apporto del calcio, densitometria ossea, analisi del sangue per il turn-over osseo, radiografia delle vertebre con morfometria, qualora occorra: consulenza ginecologica e assistenza psicologica, e inoltre una serie di azioni che tentano tramite percorsi interni agevolati di dare una risposta globale nella stessa giornata. Insomma, l'osteoporosi non è più considerata, per così dire, una malattia di serie b? Assolutamente non più poiché l'assessorato alla sanità si è dato come obiettivo prioritario proprio la cura dell'osteoporosi. Si coglie certamente una più spiccata sensibilità nei confronti dell'universo femminile. Che succede a livello locale per l'utenza che fa riferimento ai nosocomi di Chiaravalle e Soverato? Sarà possibile visitare un maggiore numero di utenti tanto che in due anni verrà eseguito uno screening completo di tutta la popolazione calabrese. Attualmente l'ambulatorio di osteoporosi è in funzione presso l'ospedale di Soverato. Con la delibera potrebbe essere formalizzata l'istituzione a Chiaravalle dove il piano sanitario regionale ha previsto un centro di riabilitazione? Vedrei bene questa localizzazione perché a Chiaravalle c'è la dexa (esami per quantificare la massa ossea ndr), ci sono ampi spazi e anche se periferico dobbiamo abituarci a ottimizzare le risorse, ma si tratta di una mia personale opinione. Saranno altri a decidere. Infine vorrei cogliere l'occasione dell'intervista per informare i cittadini che è di nuovo in funzione (era fermo dai mesi estivi) l'ambulatorio di osteoporosi presso il nosocomio di Soverato dal 22 novembre e quindi ci si può prenotare per le visite. Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)  

Read More »

Partito democratico. Gianni Calabretta: "considero un obiettivo far rientrare nel Pd a livello locale la sinistra radicale"

SOVERATO - Se la nascita del Partito democratico  rappresenta una novità per il centrosinistra del nostro paese, non bisogna meravigliarsi se a livello locale ci si interroga su quali innovazioni in campo politico la costituzione del Pd ha prodotto. Gianni Calabretta, consigliere comunale eletto nella lista Centrosinistra Progetto per Soverato e sindaco della cittadina jonica dal 1993 al 2001 è uno dei componenti dell'assemblea costituente che il mese scorso ha proclamato Walter Veltroni, segretario del Pd. Calabretta sostenitore della candidatura a segretario di Rosy Bindi a livello nazionale spiega le ragioni della sua discesa in campo.  “Mi sono candidato – dice l'esponente del Pd – perché considero tale scelta coerente con la storia politica della mia vita. Infatti nel ‘93 ci siamo presentati alla città di Soverato con una compagine (Pedalando volare ndr) che riuniva le forze cattoliche, socialiste, liberali, della sinistra radicale (come si chiamerebbero oggi)  con un programma e abbiamo vinto le elezioni ripetendo il successo nel ‘97. Quindi oggi che a livello nazionale si propone un progetto nel Pd  - prosegue con orgoglio l'ex sindaco - del tutto simile a quello di Soverato del '93 mi è sembrato naturale partecipare. Del resto mi sento di dire che con Pedalando volare abbiamo anticipato l'Ulivo e ancora prima il Pd, anche se in quest'ultimo caso non  c'è al suo interno la sinistra radicale. Un'assenza che ritengo non debba esserci. Pertanto mi pongo come un obiettivo da raggiungere in tempi rapidi di far rientrare a livello locale nel Pd la sinistra radicale. Infine ho scelto – la Bindi perché è una donna portatrice di idee e di valori che pongono al primo posto l'attenzione verso i più deboli e distingue in maniera netta lo Stato dalla Religione considerando la laicità un valore. Ed a proposito di donne, mi piace ricordare che sempre nel ‘93 con Pedalando volare un gran numero di candidate risultarono elette così come avvenne nel '97 con percentuali pari al 50%. Quote di rappresentanza che nel 2007 il Pd ha chiesto alle primarie per la sua costituzione".

Read More »