Soverato

Soverato, consiglio comunale. Passa la Stazione unica appaltante

SOVERATO - Si è riunito ieri il consiglio comunale di Soverato in seconda seduta dopo che era saltata la prima del 3 marzo scorso per mancanza di numero legale. Dei 3 punti all'ordine del giorno ovvero "1. Esame ed approvazione convenzione per la costituzione della Stazione Unica Appaltante Provinciale; 2. Approvazione progetto tecnico-economico di gestione dei servizi di nettezza urbana relativo al servizio di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti solidi urbani. - Atto di indirizzo; 3. Esame ed approvazione piano spiaggia" è stato approvato solo il primo mentre gli ultimi 2 sono stati rinviati.

Read More »

Promozione calabrese. Soverato 2 R.Nicastro 0

SOVERATO - La squadra del Soverato centra il successo fra le mura amiche contro la formazione del Raffaele Nicastro per 2 reti a 0. Con la vittoria conseguita nella 25a giornata, la squadra della cittadina che ha come simbolo il cavalluccio marino, resta salda al centro della classifica con 35 punti. Di seguito risultati della 25a giornata del campionato di promozione calabrese girone A e classifica.RisultatiColosimi-Fuscaldo 1-1; Comprensorio Amantea-Promosport 2-0; Isola Capo Rizzuto-Comprensorio Montalto 1-2; Luzzese-Mirto Crosia 3-1; Schiavonea-Cariatese 2-1; Simeri Crichi-Silana 0-3; Soverato-R.Nicastro 2-0; Tiriolo Martelletto-Rossano 1-0ClassificaRossano p. 54; Comprensorio Amantea p. 52; Luzzese (1 punto penalizz. e 1 partita in meno) p. 51; C.Montalto p. 47; Promosport p. 40; Tiriolo Martelletto p. 37; Isola Capo Rizzuto p. 36; Soverato p. 35; Mirto Crosia p. 32; Schiavonea p. 31; Cariatese e Raffaele Nicastro p. 30; Colosimi p. 22; Fuscaldo p. 21; Silana (1 partita in meno) p. 18; Simeri Crichi p. 6

Read More »

Election day. Soverato: ultime news e intervento di Franco Caruso

SOVERATO - Cominciano a definirsi le candidature nel basso jonio soveratese nei vari collegi per la corsa alle provinciali. I nomi dei candidati pronti a scendere in campo che circolano con più insistenza e per i quali con il passare delle ore la notizia della candidatura trova sempre più conferme appartengono ad esponenti politici attualmente impegnati negli organi di governo locali. Per il collegio di Soverato/Satriano é il caso del presidente del consiglio comunale Giancarlo Tiani per il Pdl, di Teodoro Sinopoli, assessore in carica per l'Udc e di Antonello Gagliardi, consigliere comunale di minoranza per Italia dei Valori. Nel collegio di Davoli si parla del sindaco di San Sostene Luigi Aloisio per Italia dei Valori e nel collegio di Montepaone del sindaco Massimo Rattà per il Pdl. E mentre i riflettori sono puntati sui nomi dei candidati arriva l'intervento di Franco Caruso, ormai senza incarichi politici, dopo tanti anni di impegno nella Dc, nel PPI, nella Margherita e ora nel Pd come semplice aderente. L'esponente politico come è ormai consuetudine prima dell'avvio di ogni campagna elettorale si rivolge a “Il Quotidiano” per esternare le sue riflessioni. “Bravo De Mita che contesta decisamente il luogo comune, la frase fatta: i vecchi devono dare spazio ai giovani senza alcuna considerazione sulla competenza, intelligenza, capacità di lavoro, di portare avanti un'idea, un progetto, una proposta - esordisce Caruso con un passato di assessore nella Dc –  che può venire sia dagli uni che dagli altri. Incoerente però De Mita, quando contesta Veltroni che lo invita a lasciare la prima fila dopo 45 anni di Parlamento con tanti alti incarichi e cerca a tutti i costi spazio in un altro partito”.Cosa ne pensa del Pd, di questo nuovo partito della sinistra a cui aderisce?Dico qual è, a mio parere, l'identità del Pd. Un partito nuovo che si propone, davvero, di mettere al centro della politica le idee, il confronto su argomenti di vita pratica dei cittadini su obiettivi di crescita collettiva e personale. Che rifiuta ogni forma di apparato e di organizzazione alla vecchia maniera e privilegia l'organizzazione disorganizzata: insomma la partecipazione responsabile, personale e collettiva nell'impegno politico a tutti i livelli.Questo per quanto riguarda la struttura. Ma in concreto quali sono gli argomenti di vita pratica  e quindi anche di interesse locale, che devono impegnare il Pd e i suoi aderenti?Innanzitutto la riscoperta dell'importanza del lavoro che uomini e donne, giovani e meno giovani devono svolgere con impegno e competenza per dare significato alla vita. Lavoro fatto nel miglior modo possibile, con passione e generosa dedizione, rinvigorito da idee sempre nuove e da una visione solidale, compensato con forme di nuovi corrispettivi, in modo sempre più diffuso con una giusta compartecipazione agli utili d'impresa senza far venire indubbiamente meno previdenza, assistenza e diritti di pensionamento. Inoltre è necessario avere a livello locale l'obiettivo di promuovere un'autentica crescita economica puntando sulle vocazioni specifiche dei territori che si confermano essere per noi: turismo, commercio, servizi, infrastrutture in un contesto di sicurezza e legalità. La politica del Pd deve puntare contestualmente alla riscoperta da parte di ogni cittadino del proprio personale ruolo e nel fare turismo, commercio e servizi in forme nuove e moderne. Un modo conveniente per rilanciare il turismo nel territorio può cominciare formando un'associazione di cento famiglie del soveratese e di altrettanti giovani che d'intesa tra loro sostenute dalle autorità locali sappiano concordare con altrettante famiglie e giovani (inglesi, francesi, tedesche) lo scambio di soggiorni familiari; con gli esercizi commerciali pronti a collaborare nell'offerta di prodotti locali a prezzi competitivi. E tutto questo dovrebbe essere supportato da servizi ottimali per rendere l'ambiente il più accogliente possibile.E riguardo le infrastrutture…Bisognerà trovare modi e maniere per realizzare in Soverato nel più breve tempo possibile le terme idroterapiche che sono un gran richiamo per tanta gente; chiedendo alla Regione, all'Europa, adeguati contributi per la crescita di tutto il territorio. E ancora: il porto, invitando operatori e i più grandi gruppi del settore italiano ed europeo. È sempre più concreta infatti la possibilità di richiamare investimenti per realizzare infrastrutture di tal genere che poi interessano operatori turistici alberghieri con quanto ne consegue.Insomma una rivoluzione culturale che può cambiare l'economia locale e la vita di tanti cittadini…Se il Pd, che certamente ne sarà capace, non perseguirà queste ambizioni forti e nobili, scadrà inevitabilmente in apparato, in organizzazione alla vecchia maniera che non interesserà nessuno. Ogni cittadino, ormai, sente il bisogno di dare significato alla vita pratica e vuole che la politica lo aiuti in tal senso, oppure diventa inevitabilmente un “grillo parlante”.In definitiva la sua più che una riflessione sembra un manifesto per il Pd di Soverato?Non sono capace di tanto; dico però quel che penso con sincerità e convinzione e il desiderio di fare la mia parte con le energie che sento addosso, che mi auguro altri sapranno rinvigorire e migliorare. Mi fa dire un'ultima cosa?A condizione che non sia l'ultima per importanza…Bene. Sento che il nostro territorio nelle prossime competizioni politiche non sarà convenientemente rappresentato. E questo non dovrà capitare più nel futuro, perché il Pd, dovrà invitare tutti a partecipare d'ora in avanti, per avere le giuste rappresentanze nelle istituzioni sovracomunali: infatti per realizzare la crescita di tutto il territorio è necessaria una classe dirigente che rappresenti tutti.f.g.

Read More »

Elezioni provinciali Catanzaro. Tiani e Rattà nei collegi di Soverato e Montepaone per il Pdl

Siamo al rush finale delle candidature nell'election day. Sono tanti i nomi che si fanno di possibili candidati alla provincia di Catanzaro nei diversi partiti. In un articolo di Fabio Guarna pubblicato su "Il Quotidiano" e che di seguito riportiamo vi sono le ultime novitàProvinciali, il presidente del consiglio comunale potrebbe scendere in campo col Pdl TIANI PRONTO ALLA CORSA A Montepaone possibile la candidatura di Massimo Rattà [nella foto]Massimo Rattà SOVERATO - È stato scritto che un giornalista in America è come una zanzara in un campo di nudisti: non sa da dove cominciare. Così è stato e ancora continua ad essere per i nomi dei candidati al consiglio provinciali nei vari collegi del basso-jonio soveratese. In effetti di nomi sino a questo momento se ne sono fatti molti negli ambienti politici. In qualche caso si è trattato delle solite notizie civetta ovvero news messe in campo per conoscere le reazioni dell'opinione pubblica ma prive di un reale fondamento. Notizie fatte circolare anche per dare credito a politici non più sulla cresta dell'onda. Cosicché ci sarebbero stati tanti soggetti (per tornare alla zanzara) "da pungere" soprattutto nel centrosinistra ma adesso i tempi stringono e quando le voci si fanno insistenti difficilmente in seguito si rivelano infondate. Facciamo qualche nome? Sì, aggiungendo che l'uso del condizionale in questo caso è quasi superfluo. Ci riferiamo in particolare alla discesa in campo per il Partito delle libertà nel collegio Soverato/Satriano di Giancarlo Tiani, attualmente consigliere comunale di Soverato e presidente dell'assise cittadina. L'esponente politico, contattato telefonicamente, non conferma e non smentisce la notizia della sua candidatura ma dal tono di voce sembra proprio pronto ad affrontare la campagna elettorale. Una competizione che lo vedrà rappresentante del nuovo partito voluto da Berlusconi e Fini. Giancarlo Tiani proveniente dalle fila di Forza Italia eredita, in sostanza, il collegio che portò a Palazzo di Vetro per i primi cinque anni del Governo Traversa, l'attuale sindaco Raffaele Mancini, il quale candidatosi nuovamente alle ultime provinciali del 2004 conseguì un grosso successo superando la soglia dei mille voti. Ai voti di An per Tiani si dovrebbero aggiungere quelli del suo partito, Forza Italia, le cui performances nella cittadina jonica sono in genere molto positive. La strada per Tiani non si presenta molto difficile. Se la dovrà vedere con il collega di maggioranza al Comune di Soverato Teo Sinopoli, attuale assessore al turismo e allo spettacolo candidato nelle fila dell'Udc, ma dovrebbe trovare il sostegno dal new entry del Pdl Pietro Matacera, vicesindaco in carica. E se a Soverato la candidatura del collegio nel Partito delle libertà sembrerebbe essere toccata (usiamo il condizionale per puro scrupolo giornalistico) ad un uomo di Forza Italia (divenuto ex dopo la fusione), diverso invece è il caso del collegio di Montepaone, Squillace, Montauro e Gasperina dove Massimo Rattà, attuale sindaco di Montepaone è dato come il candidato del Pdl. Rattà, militante di Alleanza nazionale si appresta dunque ad affrontare una campagna elettorale che potrebbe portarlo presto a Palazzo di Vetro. La candidatura del primo cittadino di Montepaone, infatti viene considerata negli ambienti politici, come quella di una testa di serie. Certo fare previsioni in politica non è facile ma i nomi di Tiani e Rattà per il momento sono quelli che sembrano più sulla cresta dell'onda.Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Soverato, salta il consiglio comunale per mancanza di numero legale

SOVERATO - Il consiglio comunale di Soverato che si sarebbe dovuto tenere oggi è stato rinviato per mancanza di numero legale. All'assise cittadina erano presenti nove consiglieri su ventuno ovvero per la maggioranza Giancarlo Tiani, Maurizio Gioviale e Donatella Scutieri mentre per la minoranza Claudio Rombolà, Piero Fazzari, Antonello Gagliardi, Vincenzo Giorla, Nicola Merenda e Giuseppe Froio. La seduta avrebbe dovuto discutere i seguenti punti 1. Esame ed approvazione convenzione per la costituzione della Stazione Unica Appaltante Provinciale; 2. Approvazione progetto tecnico-economico di gestione dei servizi di nettezza urbana relativo al servizio di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti solidi urbani. - Atto di indirizzo; 3. Esame ed approvazione piano spiaggia.  Le ragioni delle assenze sono riconducibili a motivi personali dei non presenti, pertanto sembrerebbero da escludersi motivi legati ad opportunità politica. Saltata la prima seduta il consiglio comunale è stato chiamato a riunirsi dal presidente dell'assise cittadina Giancarlo Tiani in seconda convocazione per giorno 10 marzo alle ore 16,00.

Read More »

Promozione calabrese: vola il Rossano che batte 4 a 2 il Soverato

Soverato ko contro il Rossano nel match valodo per la 24a giornata del campionato di promozione calabrese girone A. La formazione del cavalluccio marino ha perso per 4 a 2 fuori casa contro la prima in classifica. Di seguito risultati della 24a giornata del campionato di promozione calabrese girone A e classificaRISULTATI Montalto-Colosimi 1-0; Mirto Crosia-Amantea 1-1; Silana-Isola Capo Rizzuto 2-0; Fuscaldo-Luzzese 0-2; Raffaele Nicastro-Schiavonea 1-1; Cariatese-Simeri Crichi 5-0; Rossano-Soverato 4-2; Promosport-Tiriolo Martelletto 2-0CLASSIFICA Rossano punti 54; Comprensorio Amantea p. 49; Luzzese (-1 pen.) 48; C.Montalto (-3 pen.) p. 44; Promosport p. 40; Tiriolo Martelletto p. 34; Isola Capo Rizzuto p. 33; Mirto Crosia e Soverato p. 32; Raffaele Nicastro p. 30; Schiavonea p. 28; Cariatese p. 27; Colosimi p. 21; Fuscaldo p. 20; Silana p. 15; Simeri Crichi p. 6Luzzese, Cariatese, Colosimi e Silana 1 partita in meno

Read More »

Soverato, convocato il consiglio comunale. Fra i punti all'odg, il piano spiaggia

SOVERATO - È stato convocato dal Presidente del consiglio comunale Giancarlo Tiani, il civico consesso. La seduta straordinaria e urgente è prevista in prima convocazione per lunedì 3 marzo 2008 alle ore 16,00 e in mancanza di numero legale in seconda convocazione per lunedì 10 marzo alle ore 16,00. All'ordine del giorno i seguenti argomenti:1. Esame ed approvazione convenzione per la costituzione della Stazione Unica Appaltante Provinciale; 2. Approvazione progetto tecnico-economico di gestione dei servizi di nettezza urbana relativo al servizio di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti solidi urbani. - Atto di indirizzo; 3. Esame ed approvazione piano spiaggia.

Read More »

Partito democratico: ultime news

SOVERATO - Come si sta muovendo per la campagna elettorale alle porte il Partito democratico di Soverato? Per il momento la costituzione del circolo sembra essere stata rimandata. Per seguire gli ultimi avvenimenti che hanno contrassegnato la vita del Pd di Soverato vi riportiamo di seguito una mini rassegna stampa in cui vi sono 3 articoli a firma di Fabio Guarna pubblicati su "Il Quotidiano della Calabria" cominciando dal primo pubblicato nell'edizione del 21/02/08 e finendo con l'articolo pubblicato oggi 28/02/08art. 1 pubbl. il 21/02/08SOVERATO - Ai maldicenti verrebbe da pensare che la riunione promossa dagli esponenti del Partito democratico di Soverato per domenica,  possa paragonarsi ad un incontro simile a quelli che un tempo si tenevano in prossimità delle elezioni per la costituzione di un “comitato elettorale”. Ma a smentire la “cattiveria” ci pensa immediatamente Gianni Calabretta, già sindaco di Soverato e componente della costituente nazionale del Pd. “L'impegno – dice Gianni Calabretta – che subito dopo le primarie era stato preso a livello nazionale fissava entro fine febbraio la costituzione dei circoli del Partito democratico in ambito locale. Quindi si tratta di un dovere assunto molto prima che cadesse il governo Prodi e si cominciasse a parlare di elezioni”. Vero è che il pensiero non può non andare al ruolo che il circolo, una volta costituito, rivestirà in tema di selezione o proposta delle candidature ai vari livelli. Sull'argomento però Calabretta glissa, infatti, l'esponente politico interrogato sulla eventuale presenza di correnti all'interno del futuro circolo, risponde : “il mio auspicio è che ciascuno si liberi delle vecchie appartenenze e che agisca esclusivamente come persona che aderisce al Pd”. Una risposta che potrebbe essere letta in codice. Infatti, l'ex sindaco di Soverato ha sostenuto ed è stato eletto in una lista che ha avuto durante le primarie come candidata alla guida del Pd, Rosy Bindy. Una circostanza irrilevante stando alle intenzioni e dichiarazioni dei leaders del Partito democratico subito dopo le primarie ma che non si esclude possa invece riproporsi e avere degli effetti in ambito locale e non solo. In sostanza il rischio è che il  circolo soveratese che sta per nascere finisca con il presentare al suo interno differenze di vedute legate alle vecchie relazioni partitiche degli esponenti impedendo di fatto un dibattito nuovo (nuovo perché di un nuovo soggetto politico). Un problema che secondo Calabretta bisogna solo augurarsi non si mostri perché inficerebbe lo spirito con cui è nato il Partito democratico. Del resto, al momento, l'impressione che negli ambienti politici si ha del Pd soveratese è che esso assomigli molto ad un esercito fatto di generali e con pochi se non addirittura nessun soldato. Una condizione che difficilmente potrebbe liberare la sua azione dai vecchi schemi e dalle vecchie dinamiche in cui si muovevano le sezioni o unità di base di un tempo. Walter Veltroni aprendo ai giovani, (si pensi all'intenzione di candidare in posizioni utili nelle liste del Pd under 30 e 40),  ha manifestato la volontà di dare un volto nuovo non solo alla politica italiana ma soprattutto all'area progressista. Sarà colto anche a livello locale il proposito del leader del Partito democratico o tutto resterà come un tempo? È la domanda che più circola nell'agone politico locale. E tutto questo accade mentre sta per costituirsi il primo circolo del Pd di Soverato. Domenica pomeriggio, dovremo saperne di più. Usiamo il condizionale perché come riferisce Gianni Calabretta la riunione potrebbe slittare in quanto si è in attesa della disponibilità del locale in cui dovrà essere tenuta. E se dovesse slittare per altri motivi? Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)art. 2 (pubbl. il 26/02/08)SOVERATO - Per far sembrare le cose importanti bisogna renderle un po' difficili. Infatti, mentre nella provincia di Catanzaro si continuano ad istituire circoli del Partito Democratico con una certa celerità, a Soverato  l'esito della riunione (a dire il vero poco propagandata se non da Gianni Calabretta) ha prodotto un rinvio dell'istituzione dell'organismo a data da destinarsi. Giorno che dovrebbe cadere “dopo le elezioni”, come riferisce Gianni Calabretta, un po' seccato di quanto avvenuto. L'esponente politico, membro della costituente nazionale del Partito democratico aveva annunciato a gran voce nei giorni scorsi che presto sarebbe stato istituito il circolo del Pd Soveratese come era stato stabilito subito dopo le primarie e quindi in un momento in cui non si sospettava la caduta del governo Prodi. Una puntualizzazione, quest'ultima che smentiva coloro che avrebbero potuto malignare pensando alla nascita di un comitato elettorale. Ora Calabretta, rispondendo alle nostre domande su quello che è accaduto nel week-end politico soveratese sembra avere le idee molto meno chiare di quelle che aveva qualche giorno fa. “Prima di indire la riunione per organizzare la costituzione del Pd – racconta a ‘Il Quotidiano' -  avevamo concordato con le diverse aree (termine che non mi piace – sottolinea - ma che in fondo è utile al ragionamento)  del partito  -  la nascita del circolo in tempi brevi”. Qualcosa però stando al racconto di Calabretta deve essere andato storto. Infatti, continua Calabretta “non riesco a capire perché al termine della riunione è stato deciso di rimandare la costituzione del circolo perché il clima politico al momento non è sereno. Non capisco – aggiunge con fare meravigliato – la motivazione che mi sorprende e mi fa cadere dalle nuvole”.  La proposta di rinviare la nascita dell'organismo è stata lanciata da alcuni dirigenti provinciali che “hanno rilevato la necessità, in queste occasioni, di far convocare – dice Calabretta - le riunioni dai massimi vertici provinciali del Pd. Naturalmente le affermazioni di Calabretta faranno discutere negli ambienti politici locali e non si esclude che presto giungeranno le reazioni soprattutto da parte di quelli che non sembrano essersi particolarmente attivati a propagandare la riunione dell'ultimo week-end. Perché viene da domandarsi? Forse immaginavano che non se ne sarebbe fatto nulla? Del resto, al momento, l'impressione che negli ambienti politici si ha del Pd soveratese è che esso assomigli molto ad un esercito fatto di generali e con pochi se non addirittura nessun soldato. Una condizione che difficilmente potrebbe liberare la sua azione dai vecchi schemi e dalle vecchie dinamiche in cui si muovevano le sezioni o unità di base di un tempo. Walter Veltroni aprendo ai giovani, (si pensi all'intenzione di candidare in posizioni utili nelle liste del Pd under 30 e 40),  ha manifestato la volontà di dare un volto nuovo non solo alla politica italiana ma soprattutto all'area progressista. Sarà colto anche a livello locale il proposito del leader del Partito democratico o tutto resterà come un tempo? È la domanda che più circola nell'agone politico locale. Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)art. 3 (pubbl. il 28/02/08)SOVERATO - Come si organizzerà il Partito democratico di Soverato in vista delle prossime consultazioni elettorali, considerato che la costituzione del circolo è slittata a data da stabilirsi e a quanto pare avverrà dopo le elezioni? È l'interrogativo che circola negli ambienti politici soveratesi con più insistenza in questi giorni dopo la riunione di domenica scorsa dei militanti del partito di Walter Veltroni. L'ipotesi che si affaccia e sembra più accreditata è che si vada verso l'istituzione di un comitato composto da una rappresentanza delle varie aree del Pd Soveratese. I nominativi degli elementi del gruppo dovrebbero essere stabiliti all'interno dalla base locale del partito, in caso contrario o se i tempi dovessero allungarsi, sarebbero i vertici provinciali a occuparsi direttamente della designazione.  Il comitato si interesserà soprattutto delle scadenze immediate: indicazione delle candidature e sostegno al partito per la campagna elettorale. Solo in seguito si terrà il congresso che sancirà l'istituzione del circolo del Partito democratico. Fonti accreditate lasciano intendere che il comitato pronto ad essere istituito avrà una componente eterogenea. Non si esclude infatti che ne prenderanno parte consiglieri comunali Pd, uomini del partito democratico locale e dirigenti dello stesso. Intanto, si comincia a sapere qualcosa in più sulle ragioni che hanno portato allo slittamento del congresso costitutivo. Si tratta di motivi non nuovi alle dinamiche politiche che hanno sempre caratterizzato la vita dei partiti di un tempo. Probabilmente, domenica scorsa,  la fumata nera per la nascita del circolo, ha avuto alla base di tutto una sostanziale differenza di vedute degli esponenti localidel Partito democratico al proprio interno e la presa d'atto da parte degli organi superiori di tale stato di cose. Che cosa sia successo dietro le quinte sembra coperto dal “segreto di pulcinella” e ciononostante si continua ad andare avanti con notizie semiufficiali e pronte ad essere smentite. Vero è che, come si sussurra negli ambienti distanti dalla politica, per rendere importanti le cose è necessario renderle un po' difficili. Così sta accadendo per il Pd Soveratese: “un esercito - ha ripetuto qualcuno domenica scorsa, dopo averlo letto forse sui giornali -, che sembra fatto di Generali e con pochi o nessun soldato”. Una condizione che conferma il sospetto che il Pd Soveratese possa considerarsi una organizzazione politica fatta su base locale difficilmente libera dal tipo di mentalità che Walter Veltroni a livello nazionale sta tentando di debellare per allontanare i luoghi comuni che parlano della politica come di una casta. A questo punto ci si chiede quali saranno le candidature che il Pd di Soverato proporrà per le prossime elezioni. Walter Veltroni aprendo ai giovani, (si pensi all'intenzione di candidare in posizioni utili nelle liste del Pd under 30 e 40),  ha manifestato la volontà di dare un volto nuovo non solo alla politica italiana ma soprattutto all'area progressista. Sarà compreso anche a livello locale il proposito del leader del Partito democratico o tutto resterà come un tempo? È la domanda che circola ancora con insistenza nell'agone politico locale. Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Vincenzo Bonifacio, sul caso si attende l'esito degli esami scientifici sul cadavere rinvenuto a Cardinale

Auto Bruciata Bisognerà attendere l'esito di una serie di esami scientifici prima che possa darsi per certa l'identità del cadavere rinvenuto carbonizzato in una campagna di Cardinale all'interno di una Fiat Grande Punto. L'ipotesi che possa trattarsi di Vincenzo Bonifacio, la guardia giurata scomparsa misteriosamente nel soveratese qualche giorno fa, resta la più accreditata essendo avvalorata da diversi elementi investigativi. Nella foto scattata da Gianni Romano e inviata per la pubblicazione su Soverato News si vede l'auto trovata bruciata.

Read More »

Soverato pareggia in casa con la Promosport

SOVERATO - Non va oltre il pareggio il Soverato nella sfida contro la Promosport nel match disputato fra le mura amiche valevole per il campionato di promozione calabrese 2007/08: 1-1 il punteggio finale. Di seguito risultati della 23a giornata del campionato di promozione calabrese girone A e classificaRISULTATIColosimi-Silana 2-0; Comprensorio Amantea-Fuscaldo 4-2; Isola Capo Rizzuto-Cariatese 1-0; Luzzese-Montalto 0-0; Rossano-Raffaele Nicastro 4-1; Simeri Crichi-Schiavonea 0-3; Soverato-Promosport 1-1; Tiriolo Martelletto-Mirto Crosia 2-0CLASSIFICARossano punti 51; Comprensorio Amantea p. 48; Luzzese (1 punto penalizz.) p. 45; Comprensorio Montalto p. 44; Promosport p. 37; Tiriolo Martelletto p. 34; Isola Capo Rizzuto p. 33; Soverato p. 32; Mirto Crosia p. 31; Raffaele Nicastro p. 29; Schiavonea p. 27; Cariatese p. 24; Fuscaldo p. 20; Colosimi p. 21; Silana p. 12; Simeri Crichi p. 6

Read More »