Soverato

Soverato, l'Itc "A.Calabretta" prima al Business Game LIUC

Grande successo dell'Istituto Tecnico Commerciale "Antonino Calabretta" di Soverato (Cz) che nei giorni scorsi ha concluso con una splendida vittoria la quarta edizione del Business Game "Crea la tua impresa" organizzato dall'Università Carlo Cattaneo - LIUC e dall'Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia. La finale, che si è tenuta nelle aule dell'Università, ha visto la partecipazione di ben 41 squadre su 100 che si contendevano la qualificazione alle fasi conclusive. Considerata la grande adesione all'iniziativa si è pensato di dividere le squadre in due gironi. Il primo è stato vinto proprio dall'Itc "Antonino Calabretta" di Soverato.

Read More »

Soverato, presentazione del progetto per il "Risparmio idrico ed energetico"

COMUNICATO STAMPAMartedì 6 marzo presentazione del progetto per il "Risparmio idrico ed energetico". Un'iniziativa promossa da "Italgas Spa" in collaborazione con l'amministrazione comunale di Soverato, che sarà illustrata attraverso una conferenza stampa, che si terrà, alle ore 12, presso la sala consiliare del Palazzo di Città. "Considerata la crisi mondiale - ha detto l'assessore all'Ambiente, Antonio Matozzo nell'annunciare la manifestazione - ed anche la nostra, soprattutto alla luce delle scarse precipitazioni atmosferiche di questo inverno; reputando che il risparmio idrico è un obiettivo da raggiungere con l'aiuto di tutta la cittadinanza; d'intesa con l'ltalgas Spa su progetto nazionale "Risparmiamo energia rispettando l'ambiente", l'amministrazione comunale di Soverato, con la collaborazione di "Ener-service", distribuirà  gratuitamente 6500 "rompigetto aerati" per rubinetto ed "erogatori per doccia a basso flusso" con cui si può risparmiare fino al 50% sui consumi idrici ed energetici". "In questo modo - ha rimarcato il sindaco Raffaele Mancini - ogni cittadino diventerà protagonista del grande progetto internazionale sancito dal protocollo di Kyoto, per contenere i consumi di energia e ridurre le emissioni di anidride carbonica, che sono responsabili dei cambi climatici".L'Assessore all'Ambiente Antonio Matozzo

Read More »

Satriano e Soverato: a proposito di conurbazione …

L'argomento conurbazione sembra interessare coloro che si collegano a questo sito. Infatti il sondaggio messo in rete, raccoglie sempre più utenti interessati alla materia. Fare un unico comune di Satriano e Soverato? Perchè no! Stando a coloro che rispondono una netta maggioranza è a favore dell'unificazione fra i due enti locali. Naturalmente il nostro sondaggio non ha valore scientifico in quanto non si basa su dati inseriti con criteri di scientificità. Consente però di esprimere opinioni su argomenti di attualità. E a quanto pare l'argomento è abbastanza seguito. E lo sarà ancor di più, possiamo immaginare, con l'avvicinarsi delle elezioni per il rinnovo del consiglio Comunale di Satriano. Quanti Soveratesi vivono a Satriano Marina e cosa ne pensano della possibilità di unire i due comuni? Una domanda alla quale i futuri amministratori di Satriano non potranno sottrarsi.In ogni modo, fra non molto inseriremo un nuovo sondaggio. Su cosa? Attendiamo i vostri suggerimenti ....

Read More »

Interrogazione del Sen.Nuccio Iovene (Ds) sulla morte del soveratese Marcello Mancusi

RICEVIAMO DAL SEN. NUCCIO IOVENE (DS) IL SEGUENTE COMUNICATO STAMPA CHE VI RIPORTIAMO INTEGRALMENTE -------------------------------- COMUNICATO STAMPA --------------------------------OMICIDIO MANCUSI: IOVENE, FARE PIENA LUCE E RENDERE GIUSTIZIA AI FAMILIARIINTERROGAZIONE AI MINISTRI D'ALEMA E MASTELLA Interrogazione a risposta scritta IOVENE. - Al Ministro degli Affari Esteri, al Ministro della Giustizia. - Premesso: - che il 20 ottobre del 2002 nel carcere di Nong Khai in Thailandia moriva Marcello Mancusi di Soverato, in viaggio in quel Paese, in circostanze misteriose; - che le autorità thailandesi, dopo varie versioni, confermano che l'omicidio del Sig. Mancusi è avvenuto in una cella del carcere di Nong Khai al termine di un pestaggio compiuti da quattro compagni di cella; - che i quattro imputati di omicidio sono stati processati e condannati alla pena detentiva di un anno e poi ridotta a sei mesi di reclusione in quanto, dalla confessioni rilasciate, l'omicidio è stato considerato il risultato di un eccesso di legittima difesa; - che su quanto avvenuto quel tragico giorno lo scrivente ha presentato il 15/4/2003 una interrogazione, la n. 4-04369, ai Ministri degli Affari Esteri e della Giustizia dell'epoca; - che in data 18/9/2003 il Governo tramite l'allora Sottosegretario di Stato per gli Affari Esteri, On. Margherita Boniver, ha dato risposta all'interrogazione; - che nella risposta il Sottosegretario Boniver comunica allo scrivente che in data 11 aprile 2003 è stata formulata la richiesta di procedimento penale in Italia nei confronti dei responsabili dell'omicidio; considerato - che i familiari e gli amici del Mancusi in questi anni si sono battuti per fare piena luce su questa tragica vicenda; - che prima lo strano arresto per il furto di un motorino, poi le reticenze e le diverse versioni della Polizia thailandese su quanto effettivamente accaduto il 20 ottobre del 2002 nel carcere di Nong Khai in Thailandia lasciano intendere che non tutta la verità sia stata accertata; - che a quanto risulta allo scrivente nessun ricorso è stato accettato e per le autorità locali il caso risulterebbe chiuso; - che Soverato, città natale del Mancusi, fu letteralmente scossa dalla notizia della morte di un proprio concittadino in Thailandia e che il Consiglio Comunale della città ha approvato all'unanimità una mozione per costituirsi parte civile nel processo a carico degli assassini; si chiede di sapere - quali ulteriori passi intende compiere il Governo Italiano nei confronti delle autorità thailandesi affinché sia fatta piena luce sull'accaduto e resa giustizia ai familiari di Marcello Mancusi; - lo stato del procedimento penale attualmente pendente presso la Procura della Repubblica di Roma annunciato nella risposta del Sottosegretario Boniver.

Read More »

Satriano e Soverato, un unico difensore civico?

Gli statuti dei comuni di Satriano e Soverato che sono interamente consultabili, attraverso una ricerca in cui sono presenti quelli dei Comuni italiani, sul sito del Ministero dell'Interno all'indirizzo  http://statuti.interno.it/indexstatuti.html prevedono la possibilità per l'istituzione dell'ufficio del difensore civico di utilizzare forme associate per la gestione. In sostanza potrebbe essere istituito un unico difensore civico per entrambi i Comuni. L'argomento però sia per Soverato che per Satriano non sembra avere molto interessato in questi anni gli amministratori dei due enti. Infatti i due comuni contermini non hanno istituito il difensore civico. Per Soverato c'è anche da dire che sia dai banchi della minoranza che a mezzo stampa la questione era stata sollevata senza alcun seguito. C'è da pensare che in occasione delle prossime amministrative per il rinnovo del consiglio comunale di Satriano l'argomento potrebbe essere maggiormente discusso approfondito. In ogni modo è utile quanto alla possibilità di istituzione di un unico difensore civico lo Statuto Comunale di Satriano al comma 6 dell'art. 137 e l'art. 55 comma II dello Statuto di Soverato recitano, il primo “Il Comune può gestire in forma associata con altro Comune l'ufficio del difensore civico; il secondo: “su deliberazione del Consiglio, il Comune può aderire ad iniziative per la costituzione di un unico ufficio del difensore civico tra enti diversi o anche avvalersi dell'ufficio operante presso altri comuni..” . Insomma le norme ci sono tocca ora agli amministratori metterle in pratica.f.g.

Read More »

Soverato, consiglio comunale

Il consiglio ha approvato la delibera per avere i contributi dalla Regione per il Piano strutturale comunaleDepuratore e Psc infiammano l'aulaResta invariata l'aliquota Ici per la prima casa al 4 per milleIl Consiglio comunale si è aperto con una lunga discussione sul depuratore consortile per input del gruppo di centrosinistra "Progetto per Soverato". Si tratta di un argomento intensamente dibattuto in quest'ultimo periodo grazie anche ad un'opera di sensibilizzazione sul tema, promossa dagli amministratori locali. In realtà la questione del depuratore (il suo spostamento) si trascina da anni e riguarda una larga fascia di popolazione. I consiglieri di "Progetto per Soverato" hanno chiesto di sapere se le dichiarazioni di allarme rilasciate agli organi di stampa da esponenti della maggioranza in questi giorni fossero «suffragate da referti tecnici competenti». Nella sua lunga risposta il sindaco, Raffaele Mancini, ha ripercorso le varie problematiche che negli anni si sono prodotte per la gestione del depuratore, senza dimenticare di ricordare l'odore nauseabondo che l'impianto diffonde e genera problemi di natura igienico sanitaria. Mancini ha spiegato anche le difficoltà del funzionamento dell'organo preposto ad affrontare tali problemi. Per la regolarità delle sedute, infatti, è necessario un quorum elevato per cui è indispensabile la presenza degli amministratori di Catanzaro e Lamezia. Il consigliere di minoranza, Gianni Calabretta ha stigmatizzato il fatto di fare affermazioni allarmistiche senza il supporto di elementi tecnici.Affermazioni che, a suo dire, recherebbero danno all'immagine di Soverato. Secondo Calabretta il depuratore funziona e gli inconvenienti che si verificano non sono segnali di complessivo mal funzionamento dell'opera. In ogni modo il consigliere di minoranza ha dichiarato di essere concorde allo spostamento del depuratore, Fermo restando di non essere d'accordo con il proposito di programmare al suo posto un complesso edilizio. «Mentre noi- ha detto ancora Calabretta- vogliamo la prosecuzione del parco urbano». Prima della discussione dei punti all'odg Francesco Severino e Vincenzo Giorla dell'altro gruppo di minoranza, Associazione partito democratico, hanno abbandonato la seduta perchè il capogruppo Severino ha dichiarato di non aver ricevuto la documentazione sugli argomenti all'odg. Inoltre, ha chiesto all'assemblea di rinviare la seduta. E, dopo aver incassato il no del Consiglio (favorevole solo la minoranza) Severino,abbandonando l'aula, ha dichiarato che investirà della questione il prefetto. Quindi si è passati al punto inerente la discussione sul Psc (Piano strutturale comunale) con la richiesta di contributi alla Regione Calabria. Sull'argomento ha relazionato l'assessore all'Urbanistica, Giuseppe Froio. La minoranza per quanto attiene agli obiettivi ha espresso diverse riserve. Il punto è passato a maggioranza. L'argomento successivo relativamente alle aliquote Ici 2007 si è aperto con una proposta di Gianni Calabretta che è suonata come una provocazione. Il consigliere di minoranza ha chiesto di ridurre ai minimi il pagamento dell'Ici della prima casa per la zona di Turrati considerato che si tratta- ha detto Calabretta riferendo le parole di un consigliere di maggioranza- di una zona che è rimasta per anni abbandonata». Bocciata la proposta di Calabretta è passata, quindi, la proposta di mantenimento delle aliquote precedenti al 4 per mille prima casa. Il Consiglio poi è stato sciolto a causa di un'animata discussione scoppiata in aula sull'opportunità o meno di discutere il successivo punto all'odg che riguardava l'imposta di scopo che consente al Comune di farsi finanziare direttamente dai cittadini la costruzione di un'opera pubblica fino al 30 per cento.Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Nota Slow food: Appello: "amiamo Soverato"

Riceviamo da Slow Food il presente comunicato che di seguito vi riportiamoSoverato 26-01-2007Adesione di slow food all'appello “AMIAMO SOVERATO”.Slow food Soverato, ha avviato la scorsa estate un primo incontro sul mare e sulla pesca sostenibile, con un convegno durante le manifestazioni della festa della Madonna di Portosalvo. Intendiamo continuare su questo tema, dando il nostro contributo ed appoggio agli operatori ed ai soggetti che a vari livelli si confrontano con la “risorsa mare”, oggi fortemente minacciata dallo stato della depurazione dei centri costieri e collinari che si affacciano su questo tratto di costa. Il nostro movimento a livello internazionale organizza Slow Fish  la cui III edizione si terrà a Genova dal 4 al 7 maggio 2007 ed il nostro convivium slow food di Soverato intende partecipare presentando la nostra baia e la nostra tradizione marinara e gastronomica. Il mondo della pesca raccoglie le eredità delle antichissime tradizioni marinare, che anche a Soverato hanno fatto la storia dei questa comunità che nel mare ha trovato una ragion d'essere e fonte di economia. Nella pesca si fondano la cultura culinaria, il senso di ospitalità proprio delle genti di mare ed uno stretto legame con l'ambiente naturale. Consapevolezza, conoscenza, educazione, quotidianità… Sono i termini che sintetizzano Slow Fish 2007, non solo fiera ma momento di confronto e sensibilizzazione sul tema delle acque, della pesca e del consumo del pesce. Slow Fish vuole ricondurre le problematiche ambientali relative alle acque a comportamenti quotidiani praticabili dal grande pubblico. In linea con la filosofia portata avanti da Slow Food nei suoi vent'anni di attività, alla teoria deve corrispondere sempre l'esperienza (da quella sensoriale e gustativa alla scelta consapevole). Per questo motivo, condividiamo la preoccupazione per lo stato del mare e per quanto si profila all'orizzonte per la prossima estate, con conseguenze per la salute di tutti noi, per lo stato dei settori economici del nostro territorio, e non solo per  la balneazione.Tutti noi siamo coproduttori, secondo la nuova  visione di Slow food che rinomina così i consumatori. Tutti noi siamo consapevolmente interessati al mantenimento dell'equilibrio del sistema pianeta, affinché la razionalizzazione delle produzioni ittiche ed una gestione più responsabile delle risorse marine consegni alle generazioni future una natura quanto più possibile integra. Il nostro presidente regionale di Slow food Calabria, il prof Silvio Greco, che già ha partecipato al nostro incontro di Soverato di agosto 2006, ricopre la carica di commissario dell'ICRAM ( istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare),  è consulente scientifico di Slow Fish ed insegna all'Università di Scienze gastronomiche. Gli chiediamo di farsi portavoce della petizione e di dare il suo contributo scientifico per la risoluzione del problema nelle sedi in cui opera: mondo universitario, direzione nazionale di Slow Food,  ministero dell'Ambiente.

Read More »

Da "Il Quotidiano": Soverato News, salviamo il latino

Fonte: Il Quotidiano della CalabriaSalviamo il latino SOVERATO - "Salviamo il latino e speriamo un giorno possa diventare la lingua ufficiale dell'Unione Europea". È questo l'appello originale che gli animatori del sito amatoriale Soverato News fanno da un post del seguitissimo blog, dopo la questione che si è aperta sullo studio dell'antica lingua dei romani. Infatti, proprio dalle pagine di un quotidiano estero, il Financial Times, nei giorni scorsi è nato un dibattito sull'utilità di studiare il latino nelle scuole. L'input alla discussione è stato di uno studente liceale italiano che scrivendo al prestigioso quotidiano lasciava intendere come sarebbe preferibile dedicare ore di studio al cinese piuttosto che al latino. Secondo gli amici di Soverato News però, Andrea (questo il nome dello studente) non ha ragione perché a loro giudizio il latino non è assolutamente da considerarsi una lingua morta. Infatti, nel post di Soverato News, non solo viene difesa la lingua di Cicerone ma vengono indicati una serie di siti web in cui il latino è valorizzato oltre ogni immaginazione. Si tratta ad esempio di Ephemeris, un periodico on-line scritto interamente in lingua latina, la cui redazione si trova a Varsavia. Una circostanza che per gli amici di Soverato News   non fa certo onore agli italiani. "Insomma - scrivono - bisogna andare in Polonia per trovare qualcuno innamorato della nostra vecchia lingua?". Ma Soverato news, qualcosa per valorizzare il latino in realtà già da diverso tempo lo sta facendo. Esiste una sezione del blog in cui saltuariamente si possono trovare dei testi latini tradotti   dagli animatori del sito. Lo stile è quello di una traduzione libera più che letterale. "Qualche errore - dicono - può capitare, ma l'importante è il senso della traduzione e soprattutto bisogna vivere, come nel caso di alcuni passi tradotti dell'orazione di Cicerone contro Catilina, la "vibrazione" nonché l'emozione che il testo latino ci regala". Insomma Soverato News difende il latino e pensa che potrebbe diventare la lingua ufficiale d'Europa. E lo fa titolando, forse provocatoriamente, il blog con il motto dell'Unione Europea: "in varietate concordia". In latino, naturalmente.

Read More »