Home / Locale (page 240)

Locale

Presentato dall'Osservatorio il programma delle attività 2004 e la nuova testata "news dall'Osservatorio

SOVERATO - Riunione dell'Osservatorio nei giorni scorsi presso la sala insegnanti, gentilmente concessa, del Liceo Linguistico Europa di Soverato. L'incontro è stato anche occasione per presentare il programma che l'Osservatorio ha previsto per il 2004 e che si allega al presente comunicato. Presentato anche il periodico "News dall'Osservatorio", di prossima pubblicazione. Il programma per l'anno 2004 è stato illustrato dal Presidente dell'associazione soveratese Carlo Mellea, il quale ha anticipato che alle iniziative in calendario potrebbero aggiungersene altre. Egli, infatti è in contatto con diversi esponenti del mondo politico e delle istituzioni. Fra questi: Guido Calvi, capogruppo D.S. in commissione giustizia, Carlo Fucci, segretario generale dell'Associazione Nazionale Magistrati, Livio Peppino magistrato di Cassazione e presidente di magistratura democratica e Giovanni Bachelet, figlio del compianto Bachelet, vicepresidente del CSM vittima del terrorismo. Inoltre, il Presidente dell'Osservatorio ha fatto notare di essere in contatto con Paolo Flores D'Arcais, direttore responsabile di MicroMega e l'ex Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Con questi ultimi l'Osservatorio ha in progetto, tenuto conto della disponibilità degli stessi, di commemorare l'anniversario della morte di Giovanni Falcone. Sul periodico "News dell'Osservatorio" di prossima pubblicazione si è soffermato, invece, brevemente, l'Avv. Fabio Guarna, direttore responsabile della testata. Ha parlato di un giornale a diffusione principalmente locale che sarà distribuito anche nelle scuole oltre che ad enti e istituzioni in genere. L'obiettivo del periodico è quello di sensibilizzare ad una cultura della legalità e stimolare una riflessione sui temi della giustizia. Per il primo numero, le firme che hanno collaborato sono prestigiose, tanto che, ha detto Guarna, la mia non può essere altro che onorata di trovarsi insieme ad esse. "Quando Mellea mi ha proposto di dirigere questa testata - ha concluso il direttore di News dall'Osservatorio" - ho risposto subito sì. Ho capito che questa era l'occasione, per chi fa il giornalista, di fare del buon volontariato. Un volontariato in questo caso - e non sempre accade - effettivamente finalizzato a nobili scopi. Infine ha citato le firme degli operatori della giustizia e altro che sono presenti con scritti o interventi vari in questo primo numero: On.le Giuseppe Lumia, già presidente della commissione parlamentare antimafia, Doris Lo Moro, magistrato del trib. di Roma e già Sindaco di Lamezia Terme, Marcella Suma, giudice del trib. di Napoli, Claudio Castelli, segretario nazionale di magistratura democratica, Giuseppe Pavich, magistrato trib. di Catanzaro, Vincenzo Guarna, dirigente scolastico, Sen.Massimo Brutti, componente della commissione parlamentare antimafia, Guido Di Matteo, magistrato, Salvatore Curcio, magistrato del Trib. di Catanzaro, Massimo Veltri, docente dell'Università della Calabria e già senatore della Repubblica, Maria Teresa Capano, studentessa, Rosario Olivo, già presidente della regione Calabria e deputato D.S., Domenico Tirinato, diabetologo e militante D.S., Michi del Gaudio, magistrato, Edmondo Bruti Liberati, presidente ANM e Carlo Mellea presidente dell'Osservatorio.

Read More »

Scuola, l'insegnante soveratese è candidato nelle liste della UIL all'Ipssar con Rocco Nesci

RINNOVO RSU L'APPELLO DI TONINO BRESCIA Antonio Brescia SOVERATO - "Vota Antonio, vota Antonio, vota Antonio" gridava in un megafono a tromba Totò in un film indimenticabile degli anni passati. Altrettanto, in una vignetta di Giannelli faceva Antonio Di Pietro, in occasione della tornata delle ultime elezioni politiche. Nel nuovo millennio, invece, è Tonino Brescia a farlo. Scenario del suo appello al consenso questa volta però è una scuola, la sua scuola, ovvero l'IPSSAR di Soverato. Si presenta in questa maniera simpatica ai colleghi Antonio Brescia, quando chiede il voto per il rinnovo delle RSU che lo vedono candidato nelle liste della UIL in coppia con Rocco Nesci. Brescia che ha alle spalle un passato politico da sessantottino ed è stato segretario dei D.S. di Soverato negli anni dei governi di centrosinistra, non ha spento la sua voglia di impegnarsi nel sociale e così è passato dalle battaglie politiche alle lotte sindacali finalizzate a rendere il mondo della scuola migliore. Non mancando di humour confida così ai giornalisti il suo slogan "vota Antonio" e al tempo stesso consegna un documento preparato insieme al collega Rocco Nesci. L'insegnante Brescia di Soverato chiede di votare anche, unitamente a lui, per Nesci. È possibile infatti esprimere due preferenze. In questo caso, come direbbero negli USA, si tratta di un ticket, a dir poco, formidabile. Insomma, votate "Nesci-Brescia" che curiosamente tradotto dal calabrese in Italiano sembrerebbe già una previsione, ovvero "esce Brescia". Anche se qualche malizioso potrebbe tradurre lo slogan in "vai via Brescia" . Nel documento, come dicevamo, a firma di Brescia e Nesci si legge: "Cari colleghi, con il terzo anno di attività delle RSU, si va alle elezioni per il rinnovo. Le relazioni sindacali a livello di scuola rappresentano ormai uno strumento necessario al buon funzionamento della scuola e al miglioramento, oltre che della qualità dell'offerta formativa, delle opportunità di riconoscimento professionale del lavoro del personale docente e ata. L'aspetto più innovativo delle RSU è che insegnanti e personale ata, ciascuno per le sue specifiche funzioni, sono diretti protagonisti delle scelte della scuola. Tale processo - prosegue la lettera - deve avvenire valorizzando al massimo le idee, le proposte, le opinioni, le esperienze, in modo libero, senza pregiudizi, senza saccenza e soprattutto senza autoritarismi". Dopo avere spiegato come la UIL, definita "voce libera della scuola" intende rappresentare questo modello di partecipazione e di protagonismo", la missiva si conclude con un appello: "per questa ragione vi invitiamo a votare nei giorni 9-10-11 dicembre 2003 per essere voi stessi protagonisti, e vi assicuriamo, cari colleghi, che la struttura organizzata del nostro sindacato è al vostro fianco, a favorire la individuazione delle soluzioni, per la difesa dello stato sociale, per l'equità fiscale etc. Noi guardiamo con ottimismo al futuro perché abbiamo una lettura positiva della realtà. Svolgiamo le nostre azioni con passione e competenza e gradiremmo se aveste dubbi di contattarci per ricevere vostre proposte, suggerimenti, valutazioni e quant'altro occorra per migliorare la scuola pubblica". Fabio Guarna (Il Quotidiano)

Read More »

Comunicato stampa sulle manifestazioni Natalizie a Soverato

"Le botteghe artigiane" di Soverato si stanno preparando per rendere più piacevole la sosta nell'accogliente cittadina. In occasione delle feste Natalizie, le botteghe artigiane aderiscono all'iniziativa della Fiera dell'artigianato promossa dal Comune di Soverato, dando il loro contributo con la messa disposizione dei migliori pezzi della produzione e garantendo in particolare l'accoglienza a quanti verranno anche da fuori. Sento il bisogno di ringraziarle personalmente, perché ho potuto contare sulla loro disponibilità in occasione dell'animazione che già da tre anni facciamo in via San Martino in occasione della festa della Madonna di Portosalvo nella prima settimana di agosto.. La circostanza di lasciare per un po' i luoghi della produzione artistica, è l'occasione per mettere in mostra in piazza, alla portata di tutti, gli oggetti e gli allestimenti che solo le sapienti mani di artisti sanno fare. Ce ne sarà per tutti i gusti: ceramiche, composizioni floreali, lavorazioni in vetro, quadri, e naturalmente addobbi Natalizi. Saranno presenti le botteghe: Risciò, Namastè, Nirò, Smak, Le ceramiche, Alchimia. Ma dietro questi nomi ci sono donne, artiste che da tempo operano a Soverato e che sono presenti anche nelle manifestazioni nazionali: Graziella, Rachele,Roberta, Barbara, Francesca, Manuela. I programmi per il futuro: organizzare con sistematicità i momenti espositivi, utilizzando le piazzette spesso non frequentate e predisponendo spazi attrezzati da inserire nel programma di riqualificazione che il comune di Soverato si accinge a fare. Arch. Marisa Gigliotti

Read More »

La società militante in serie D contesta la suddivisione delle ore destinate agli allenamenti al palazzetto

NUOVO BASKET SOVERATO, È PROTESTA PER GLI ORARI Il regolamento prevede turni che penalizzerebbero gli sportivi SOVERATO - Per fortuna che c'è internet, direbbe qualcuno. Navigando si scopre che a Soverato, città dello sport, le cose per alcuni non vanno per il verso giusto. Ci riferiamo alla serrata protesta, pubblicata in rete in forma di comunicato sul sito della squadra Nuovo Basket Soverato militante nel campionato di serie D. Oggetto della nota la suddivisone degli orari per le attività sportive al palazzetto dello sport della cittadina jonica. Nel comunicato vengono ripercorse le varie tappe che hanno portato alla stesura dell'orario ufficiale e si stigmatizza il risultato finale che, fanno sapere dalla Nbs, non lascia affatto contenti gli sportivi della squadra militante in serie D. Si legge, infatti, fra le altre cose: "Inutile commentare, basta far parlare le cifre: 21 ore la c2 di Basket, 19 la pallavolo femminile, agli altri...il resto! E c'è di più. Il Nuovo Basket Soverato si potrà allenare dal Martedì al Venerdì dalle 22 alle 23. Orari impossibili per chi deve lavorare, studiare e comunque non vuole fare le ore piccole. Non solo, ma aggiungendo le due ore del Lunedì dalle 21 alle 22, la PGS Junior Sprint con tre squadre impegnate nei campionati ha ottenuto meno della metà delle ore rispetto alle altre società. È possibile che queste cose non siano state pensate da chi ha stabilito l'orario? Se poi consideriamo che anche il custode termina il suo turno prima che cominci l'allenamento, che quindi non c'è nessuno che garantisca l'apertura e la chiusura del palazzetto, se consideriamo che ci sono almeno 5 giorni utili e tre squadre interessate a questi orari, non possiamo non rimanere sorpresi e amareggiati da questo orario che ci penalizza e costringerebbe molte persone a disertare gli allenamenti". Insomma, un vero e proprio j'accuse che non sembra risparmiare colpi a nessuno. Un orario, si legge nella nota, che secondo quelli della Nbs sembra essere nato "dalla cattiva interpretazione di un regolamento già di per sé molto ambiguo...". Un orario che secondo gli sportivi della Nbs non è stato predisposto in base alle reali esigenze delle squadre, ragion per cui concludono la loro nota promettendo battaglia: "Chiediamo, quindi, che l'orario sia ritirato e modellato secondo le esigenze di tutti. Non ci sembra una richiesta assurda. Serve solo un po' di collaborazione e di buon senso. L'Nbs, comunque, si batterà in ogni sede per l'applicazione di un orario equo e ragionevole. Ma speriamo non ce ne sia bisogno. Speriamo di trovare presto una soluzione adeguata. Altrimenti sarà la più grossa sconfitta per tutti!". Nel sito della Nbs, www.nuovobasketsoverato.it è possibile leggere la suddivisione dell'orario. Il link che consente di leggere il comunicato è abbastanza esteso e significativo. In esso si legge: "La PGS Junior Sprinte partecipa al campionato di serie D maschile di pallacanestro, al campionato di serie B femminile di pallacanestro, a due campionati giovanili di pallacanestro (obbligatori), al campionato di prima divisione maschile di pallavolo ed ha un avviato movimento giovanile di pallavolo. Tutto questo con sei ore di allenamento nel Palazzetto Comunale di Soverato. L'ennesimo miracolo della Città dello Sport. La PGS e l'NBS sentitamente ringraziano". Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Adriano Pecci ancora al TG di Soverato 1 TV

IN ATTESA DEL SUO INTERVENTO VI PROPONIAMO QUELLO PRECEDENTE. Nei telegiornali di Soverato 1 TV, oggi, venerdì 5 dicembre, verrà trasmessa una nota di Adriano Pecci. Come al solito Pecci non apparirà in video ma di lui si potrà sentire soltanto la voce. Nella sua nota Pecci fa riferimento al caso "COMAC" divenuto l'argomento dominante nella cittadina jonica e al centro di un dibattito che sta investendo l'intera cittadinanza. Pecci ribadisce ancora una volta il suo "NO" all'albergo al posto del capannone ex-COMAC. Ad essere d'accordo con lo storico anchor-man della cittadina jonica, tantissimi soveratesi. Si tratta della quarta nota affidata ai giornalisti dallo storico anchor-man. Intanto vi proponiamo in forma sintetica con una breve introduzione e intervallata da alcune spiegazioni l'ultimo intervento di Adriano Pecci andato in onda su Soverato 1 tv la scorsa settimana ... SOVERATO - Alcuni studi di comunicazione hanno stabilito che gli opinion maker possono arrivare a orientare l'opinione pubblica e a spostare consenso sino a percentuali del 15%-20%. Un dato che, a sentire i Soveratesi, trova riscontro nelle recenti performances di Adriano Pecci. Attenzione, il segreto d'ogni opinions maker risiede nella sua capacità di percepire, spesso ante litteram, gli umori popolari e di farsene immediata espressione dando ad essi argomenti, coerenza e sviluppo logico. In un certo senso è come dare forme di pensiero e indirizzi culturali a chi dagli uni e dagli altri è sostanzialmente alieno o distratto. Ecco dunque Adriano Pecci nuovamente in campo, questa volta per contrastare gli ultimi orientamenti, per così dire strategici, sulla variante al Prg manifestatisi nella maggioranza che governa la città ed espressi dal sindaco Mancini nell'ultimo Consiglio comunale. Pecci ha avuto modo, in un seguitissimo editoriale trasmesso dall'emittente Tv, Soverato 1, venerdì scorso di mettere in evidenza, l'incongruità delle scelte di Mancini il quale, ha ritenuto di dover lasciare alla determinazione del Commissario ad acta l'eventuale responsabilità di adottare la variante al prg. Per Pecci si tratta di eludere i propri incombenti e per così dire "lavarsene le mani". Ella, fa osservare l'anchor man al Sindaco Mancini, "sarà forse convinto della giustezza dei rilievi fatti sulle varianti, e tuttavia non intende prendere le decisioni di cancellarle. Ha invece deciso - continua Pecci - di lasciare così .... l'avvenire urbanistico di Soverato al suo destino". Quale destino, dunque? Riprende Pecci: " Ce lo dirà il Commissario ad acta. Il Sindaco si rammarica e dice: "tutto ormai dipende dal Commissario ad acta". Ma, ci perdoni signor Sindaco, questo fantomatico personaggio l'ha chiamato proprio lei. E non è il caso di ricordarle che i cittadini di Soverato hanno eletto lei per amministrare la città e non già un commissario ad acta". Continua, annota e conclude Pecci rivolgendosi al primo cittadino: "Ella perciò non può adesso abdicare a quel dovere che è anche un privilegio. Sarebbe una delusione per chi l'ha votata. E sono tanti. Ci ripensi, signor Sindaco, il ripensamento, a volte è segno di coraggio. E questa è una di quelle volte. Non abbandoni il destino urbanistico della sua e nostra città al criterio d'un estraneo. È lei che conosce i problemi di Soverato e lei che deve risolverli con l'aiuto ed i consigli dei cittadini. No, nessuno chiede il ritorno all' "Agorà", uno dei primi elementi del consorzio civile, il luogo dove gli ateniesi della "Polis" convenivano per discutere gli affari comuni. Noi abbiamo oggi il Consiglio Comunale. A cosa serve, infatti, quel consesso di spiriti eletti se rinuncia a dibattere con l'opposizione il Piano Regolatore della città, affidando, invece, il futuro nostro e dei nostri figli ad un estraneo al nostro mondo... Vorremmo poi capire meglio il motivo per cui la gran parte dei consiglieri di maggioranza ha creduto di non dover discutere la variante al piano, disertando la seduta e adducendo argomenti che lasciano assai perplessi. Se, infatti, è vero che questi consiglieri hanno un interesse diretto sulle varianti sarebbe stato meglio se le avessero bocciate. E meglio ancora sarebbe stato se avessero reso possibile la seduta astenendosi poi dal voto finale, per conflitto d'interesse ... Quanto agli alberghi, ancora, nessuno ha detto che non bisogna costruirli. Ci mancherebbe. Se qualcuno crede di fare un buon investimento edificando inutili alberghi a Soverato lo faccia pure. Quello che abbiamo detto è che è sbagliato costruirli dove li si vuole costruire. Perciò, per favore si stia alla larga dal lungomare e dal centro storico. I tour operators non sono poi degli imprenditori sprovveduti che portano frotte di turisti dove ci sono alberghi. Li portano dove ci sono alberghi e tutto il resto. Chi può pensare che un tour operator sano di mente, porti turisti, si fa per dire in una landa desolata solo perché qualcuno ha incautamente eretto un Grand'Hotel?" Fabio Guarna

Read More »

Istituzione di un'agenzia delle entrate a Soverato, tuttala Uilpa sostiene tale progetto

SOVERATO - Sono tre le note che la UILPA affida ai giornalisti per rappresentare l'interessamento che il sindacato sta manifestando affinché venga istituito un Ufficio Autonomo dell'Agenzia delle Entrate a Soverato. Nella prima lettera datata 20/10/03 a firma di Enzo Cantafio, segretario generale aggiunto e indirizzata al direttore regionale dell'agenzia delle entrate e al dirigente dell'ufficio risorse materiali della direzione regionale e per conoscenza al sindaco di Soverato e allo studio "Talotta Costruzioni" si fa presente che a seguito di intese verbali con i soggetti che hanno manifestato interesse, la UILPA ha "fatto redigere dallo STUDIO TALOTTA COSTRUZIONI di Soverato, una ipotesi di localizzazione e realizzazione di un ufficio. Nella seconda missiva datata 25/11/2003, firmata dal segretario regionale UILPA, Loredana Laria, si insiste per l'istituzione a Soverato di un ufficio autonomo dell'agenzia e si lamenta la circostanza che nonostante la predisposizione del progetto di massima da parte della ditta Talotta, questo " malgrado le rassicurazioni della direzione regionale, non è mai stato inoltrato ai vertici nazionali dell'agenzia, per la necessaria analisi". Rilevato questo, la segretaria regionale del sindacato fa presente che "dopo le prese di posizione del sindacato locale Uil pubblica amministrazione ed il raccordo con il sindaco Mancini procurato dal segretario generale aggiunto della UILPA nazionale Enzo Cantafio, è il segretario generale Roberto Cefalo che sollecita l'istituzione dell'ufficio al direttore generale Raffaele Ferrara, calabrese, o meglio catanzarese e, quindi, a perfetta conoscenza della grande importanza strategica della istituzione di un ufficio autonomo delle entrate in un comprensorio di oltre 30 comuni come quello di Soverato". L'ultima lettera risale a giovedì scorso. Qui è proprio il segretario generale Roberto Cefalo come annunciato dalla segreteria regionale che, investito del problema, si rivolge al Dr. Raffaele Ferrara, direttore dell'agenzia delle entrate e per conoscenza al direttore regionale per la Calabria, Dr. Castrenze Giamportone. Nella lettera si mette in evidenza come la messa in funzione di un ufficio delle entrate a Soverato "rappresenterebbe un traguardo molto importante per l'agenzia atteso che il comprensorio di riferimento è di notevoli dimensioni e che Soverato è comune capofila di numerose forme associative fra enti pubblici locali, tra cui il PIT che interessa un bacino di oltre 100.000 abitanti". Detto questo Cefalo, rileva come il Comune di Soverato abbia con delibera del 19/1/2003 formalmente richiesto l'istituzione di un ufficio locale in città, creando così le giuste condizioni per la realizzazione di questa proposta. Una proposta per la quale tutta la UILPA agenzia delle entrate manifesta il massimo interesse come l'ultima nota a firma di Roberto Cefalo dimostra. Insomma una battaglia, quella per l'istituzione dell'ufficio a Soverato che ha tanto il sapore non solo della lotta sindacale ma anche di quella per garantire un più efficiente e meno scomodo servizio ai cittadini del basso jonio. Fabio Guarna

Read More »

Grande spettacolo di motocross sulla spiaggia antistante il lungomare Europa

Motocross SOVERATO - Rivitalizzare la cittadina jonica organizzando eventi e manifestazioni è un obiettivo che la Pro-Loco Soverato non ha mai perso di vista. E così a Sergio Caristo, instancabile presidente del sodalizio soveratese è venuto in mente di preparare per il mese di novembre una gara nazionale di beach cross da svolgersi sulle spiagge della cittadina jonica. "L'idea - racconta Caristo - è nata diverso tempo fa, quanto ho avuto modo di osservare dei giovani che facevano del motocross in campagna. In seguito - prosegue Caristo - ho incontrato occasionalmente il Presidente del Moto Club Stilaro Racing Rinaldo Tirotta, e, insieme, abbiamo pensato di organizzare una gara nazionale di Beach Supercross nel mese di novembre creando un evento per destagionalizzare il turismo o quantomeno attrarre un flusso di persone in un mese in cui le iniziative languono". Domenica scorsa il grande evento. Innanzi ad un pubblico che contava migliaia di persone i bolidi su due ruote si sono rincorsi con grandi sobbalzi e congiunto rumore dando grande spettacolo di velocità e di azzardo. L'infaticabile dott. Caristo ha colto l'occasione per dare in forma nuova e inconsueta, con questo spettacolo, gli auguri di buon Natale e fine anno, per conto della Pro-Loco, agli abitanti di Soverato. Fabio Guarna (Fonte: Il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Grande attesa per il leader Maximo

In attesa della visita a Catanzaro di Massimo D'Alema non deve far meraviglia che la base per così dire scalpiti. La voglia di interloquire con l'ex presidente del consiglio è una legittima aspirazione che nello stesso tempo dimostra che esiste un senso di attaccamento al partito dei democratici di sinistra e fiducia nei suoi massimi dirigenti. E così, Domenico Tirinato si affida ad una lettera aperta al presidente dei D.S...

Read More »

Allarme zanzare nella zona sud di Soverato

SOVERATO - Allarme zanzare nella zona sud di Soverato. Qualche giorno fa, dalle colonne di questo giornale, abbiamo denunciato lo stato di abbandono in cui versa il laghetto della villa comunale, dove l'interruzione del flusso continuo di acqua ha generato dei ristagni non certo gradevoli per una città che ha l'ambizione di definirsi "Perla dello Jonio". Al danno d'immagine, abbiamo fatto notare, rischiava di aggiungersene un altro, ovvero quello alla salubrità dell'ambiente. Gli stagni, come è noto, sono ottimi incubatori per larve e insetti di ogni genere. Nella zona sud di Soverato, dove è ubicata la villa comunale, l'eccessiva presenza di zanzare, è probabilmente favorita da questo stato di incuria in cui la struttura viene lasciata. A lamentarsene sono molti residenti in quella zona che auspicano un immediato intervento delle autorità preposte. Purtroppo, il caldo non accenna ad attenuarsi, e molti problemi tipici della stagione estiva restano in primo piano nella cittadina jonica. Fortunatamente le punture di questi insetti provocano soltanto una lesione cutanea localizzata e pruriginosa. In genere esse non sono pericolose, anche se, in alcuni bimbi particolarmente sensibili, possono provocare lesioni più estese e durature. Resta il fastidio che non è certo piacevole. Basterebbe, commenta più di un residente, che l'amministrazione comunale dedicasse un po' di attenzione all'ambiente e si impegnasse a prevenire situazioni che impongono una urgente ed immediata disinfestazione. (Fonte: Il Quotidiano della Calabria di mercoledì 8 ottobre) Fabio Guarna

Read More »