Notizie

Gli uomini di Neanderthal sopravvissero fino a 28.000 anni fa

Gli uomini primitivi generano sempre più sorprese. Infatti, secondo studi recenti condotti da alcuni scienziati internazionali principalmente di nazionalità spagnola, si è scoperto che l'uomo di Neanderthal sopravvisse nel sud della penisola Iberica fino a 28.000 anni fa. Si tratta di una rivelazione che smentisce l'assunto secondo il quale gli uomini di Neanderthal sarebbero spariti 30.000 anni fa. La loro scomparsa sarebbe avvenuta dunque almeno 2.000 anni più tardi rispetto a quanto si pensava.

Read More »

Allarme diabete: aumenta il numero dei casi nel mondo

Il problema del diabete rischia di incrementarsi nei prossimi anni in maniera straordinaria. Infatti negli ultimi anni il numero dei diabetici è sensibilmente aumentato così come è cresciuto il numero dei decessi causati da questa malattia. La Federazione Internazionale del diabete per voce della presidente Martin Silink ha lanciato in questi giorni un allarme chiedendo l'intervento delle Nazioni Unite affinché attraverso una risoluzione sensibilizzino gli esecutivi dei paesi ad assumere provvedimenti.

Read More »

Volete vivere più a lungo? Bevete tè verde !!

Tè verde - Green TeaVolete vivere più a lungo? Bevete tè verde. È quanto sembra giusto rispondere facendo riferimento ad uno studio condotto alla Tohoku University in Giappone secondo il quale ad un elevato consumo della bevanda (circa 5 tazze al giorno) corrisponderebbe una calo del rischi di morte derivante dalle più diverse cause. Il tè verde è ricco di antiossidanti polifenoli e potrebbe essere questi a favorire processi favorevoli all'allungamento della vita.

Read More »

Il prezzo del petrolio sembra destinato a non arrestarsi

Il prezzo del petrolio purtroppo non sembra destinato ad arrestarsi. Il greggio che sarà consegnato ad ottobre è stato quantificato ad un prezzo pari a 64,58 dollari al barile. Si tratta di un aumento di circa l'1% dovuto ai dati che arrivano sulle scorte Usa che risulterebbero inferiori alle previsioni.

Read More »

Una notizia che fa piacere raccontare

Castrovillari - La notizia è di quelle che fa piacere raccontare. È accaduto a Castrovillari dove un operaio della forestale ha trovato la pensione di 1.100 euro di un anziano, smarrita da quest'ultimo dopo il ritiro presso l'ufficio postale. L'operaio ha consegnato quanto ritrovato al comando dei Vigili Urbani. Un bel gesto molto apprezzato dalla autorità cittadine e dall'anziano che hanno ringraziato l'operaio.

Read More »

Soverato, muore sub

Un sub nella mattina di sabato è morto. Si era immerso nelle acque antistanti la spiaggia (lato nord) di Soverato per una immersione. Si tratta del 44enne Guido Mancuso di Panettieri.

Read More »

Sila in Festa edizione 2006

Comunicato stampa.SilaInFesta 2006 Lorica-Camigliatello 20 agosto-25 agostoRiparte la carovana di suoni, immagini e colori di SilaInFesta che, collocandosi nel solco di un intrigante “meticciato” culturale, richiama ogni anno migliaia di appassionati nel cuore del Parco Nazionale della Sila, tra suggestivi laghi d'alta quota e millenarie distese di pini. Si parte il 20 agosto a Lorica con Roy Paci & Aretuska per una serata ad altissima intensità ritmica in cui la vulcanica tromba siciliana, protagonista all'ultima edizione di Zelig, proporrà la sua singolare miscela di suoni ska e reggae. Il 21 agosto uno spettacolo originale, Per ghironde e zampogne, con Raffaello Simeoni, ex leader dei Novalia, e la ghironda multitimbrica del bretone Stephane Durand, a evidenziare le segrete affinità che legano mondi lontani, dal saltarello laziale alle danze celtiche.Il 22 agosto gli appuntamenti di Lorica si chiuderanno all'insegna della pizzica con il gruppo di Uccio Aloisi, icona vivente del fenomeno salentino, che obbligherà il pubblico a muoversi al ritmo dei tarantolati. Il 23 agosto il festival si sposta a Camigliatello con una star del calibro di Carlos Núñez, il “Jim Hendrix of The Pipes”, con la sua esplosiva combinazione di melodie celtiche con suoni e ritmi del mediterraneo, dalla musica sufi al flamenco. Il 24 agosto gli Indaco, una delle formazioni più originali della scena musicale italiana, dialogherà con solisti d'eccezione come Rosie Wierdeker degli Agricantus e Francesco Di Giacomo del Banco del Mutuo Soccorso. Il 25 agosto il festival chiuderà facendo ritorno a casa con un concerto originale, Daniele Sepe e Otello Prefazio, in cui il geniale folletto della musica italiana, accompagnato dalla sua nuova formazione, Rote Jazz Fraktion, reinterpreterà alcuni brani del repertorio dell'antesignano del folk revival, insignito di recente del Premio alla Carriera all'ultimo festival di Roano. Suonatori tradizionali saranno i protagonisti della vigilia, il 19 agosto, quando il corso di Camigliatello sarà animato dai suoni di chitarre battenti, zampogne e tamburi che annunceranno il concerto dei Cugini Nigro, pastori-musicisti, depositari di un'articolata tradizione per voce e chitarra battente che caratterizza la Valle del Trionto. Le tradizioni locali saranno oggetto di una mostra fotografica, La capra che suona. Immagini della musica popolare in Calabria di Antonello Ricci che raccoglie i risultati di una trentennale ricerca sul campo svolta assieme a Roberta Tucci: la mostra sarà arricchita da strumenti tradizionali tipici dell'area, quali in particolari le zampogne costruite dagli stessi cugini Nigro e i tamburi militari e le grancasse di Ippolito Reda, che continua una secolare tradizione artigianale di una vasta area che dai Casali cosentini giunge fino al cuore della Sila Grande. Un'altra mostra fotografica, Nel paese dei cupa cupa. Immagini della tradizione lucana di Stefano Vaja, fotografo della Compagnia della Fortezza, e Nicola Scaldaferri, etnomusicologo dell'università di Milano, offrirà una rappresentazione in presa diretta di una delle realtà musicali più vivaci e articolate. Ancora, un articolato piano di escursioni paesaggistico ambientali, itinerari artigianali e produttivi e percorsi storico-artistici promossi d'intesa con Altipiani e molto altro… Ingresso gratuito agli spettacoli con inizio alle ore 21,30.Info Altrosud tel 0984 578154 fax 0984 578766 www.altrosud.it

Read More »

Festa di Portosalvo: la fanfara in piazza Vespucci

Soverato - “Le Fanfare, comuni a tutti gli eserciti europei, hanno radici antichissime – si legge in una nota del 12° Battaglione Carabinieri “Sicilia” - che risalgono alla funzione pratica dell'antica musica militare: trasmettere i segnali di comando e le cadenze di marcia sul campo di battaglia”. E questi splendidi suoni potranno essere ascoltati e apprezzati, in Piazza Vespucci giovedì 10 agosto dalle ore 21,30 dove si terrà il concerto della Fanfara dei Carabinieri 12° BTG “Sicilia”. Si tratta di un evento da non perdere sia per la qualità della musica e sia per le sensazioni che l'arma dei carabinieri riesce a trasmettere al pubblico con la sua perfetta armonia di suoni e di immagini, attraverso la Fanfara. Istituita nel novembre del 1993, la “Fanfara del 12° BTG “Sicilia”, ha nel suo vasto repertorio musica militare e anche brani di validissimi autori dall'ottocento ad oggi. La “Fanfara”, si legge nella nota “è costituita da 30 elementi provenienti da complessi musicali o diplomati presso conservatori italiani, tutti Carabinieri, che svolgono anche il normale servizio d'Istituto”. Il successo ottenuto, dalla “Fanfara” durante i concerti eseguiti prevalentemente nell'Italia meridionale, rendono l'iniziativa particolarmente interessante. Una iniziativa che arricchisce e valorizza il programma civile della Festa Maria SS. di Portosalvo per il centenario della chiesetta Maria SS. di Portosalvo, all'interno del quale il concerto è inserito. L'attività musicale della “Fanfara” conclude la nota: “ si svolge soprattutto in cerimonie militari e importanti manifestazioni di carattere patriottico e sociale. Attualmente è diretta dal Maresciallo Capo Paolo Sena”.Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Appello per il referendum di Gianni Pittella (DS)

Dopo il significativo risultato delle amministrative che ha premiato il centrosinistra, il 25 giugno saremo chiamati alle urne per la consultazione referendaria sul progetto di riforma costituzionale approvato nella scorsa legislatura dalla Casa delle Libertà. La cosiddetta "Devolution" è qualcosa in più di un semplice trasferimento di poteri e funzioni dal centro alla periferia. Le pressioni politiche e le minacce della Lega Nord, le ritorsioni di AN, la concezione privatistica e dirigista delle Istituzioni Repubblicane mostrata da Silvio Berlusconi, hanno alla fine prodotto un mostruoso ridisegno dell'architettura costituzionale che indebolisce il ruolo di garanzia del Capo dello Stato, assegna impropri poteri di scioglimento delle Camere al Presidente del Consiglio, rende impossibile la normale attività legislativa del Parlamento, spacca il Paese in due, in spregio ad ogni principio perequativo di federalismo solidale. Non a caso un pezzo significativo della stessa ex maggioranza di governo ha annunciato che voterà contro al Referendum confermativo, e tutti i maggiori costituzionalisti -indipendentemente dalla propria collocazione politica- hanno espresso le proprie perplessità su un testo di riforma scellerato che renderebbe più fragili le nostre istituzioni. Nell'anno in cui si celebra il sessantesimo anniversario dell'Assemblea Costituente, non possiamo consentire alle destre di smontare l'assetto costituzionale costruito dai Padri costituenti all'indomani della lotta di liberazione dal nazifascismo.Il centro sinistra saprà modernizzare il Paese, affrontare i nodi della stabilità e della governabilità nel rispetto del pluralismo e delle assemblee rappresentative, trovare il giusto equilibrio tra potere centrale e autonomie locali. Intanto bocciamo la riforma del Governo Berlusconi, poi riprenderemo il percorso di riforme avviato con la modifica del Titolo V della Costituzione, varata dall'Ulivo nel 2001. C'è bisogno, ancora una volta, del vostro sostegnoGianni Pittella

Read More »