Lancia: tutti a bordo della New Ypsilon

New Lancia Ypsilon La New Ypsilon della Casa Lancia rappresenta nel panorama automobilistico italiano un modello molto interessante e innovativo. Lo stile è moderno e abbina la comodità all'eleganza, elementi che hanno sempre caratterizzato le autovetture che hanno un target giovanile e non solo. Basta osservare gli interni, realizzati con materiali di valore che si mettono in mostra anche per la particolare cura nei dettagli. La New Ypsilon la si trova nella versione diesel e a benzina Infine Argento, Oro Bianco, Oro Giallo e Platino sono i colori che donano all'autovettura della Casa Lancia quel tocco di classe che rende chic l'immagine di coloro che si trovano a bordo.

Read More »

Promozione girone A. In evidenza Montepaone-Schiavonea 1-1

Il Montepaone pareggia per uno a uno contro lo Schiavonea dopo essere passato in svantaggio al 45' del I tempo. È stata una partita giocata ad armi pari fra le due squadre nonostante la differenza di classifica che vede nella zona bassissima il Montepaone e lo Schiavonea nei primi posti. Con un po' di determinazione in più forse il Montepaone avrebbe potuto raggiungere la vittoria. Di seguito risultati della 16a giornata (prima di ritorno) del campionato di promozione girone A e classificaRisultati: Amantea-Fuscaldo 1-0; Colosimi-Isola Capo Rizzuto 0-0; Cutro-Promosport 1-0; Mirto Crosia-Raffaele Nicastro 1-2; Montepaone-Schiavonea 1-1; Nuova Audace-Luzzese 0-1; Simeri-San Fili 3-2; Tiriolo-Azzurra Rossano 2-0. Classifica: Tiriolo e Cutro punti 35; Amantea 32; Schiavonea 31; Promosport e Simeri 28; Isola Capo Rizzuto e Azzurra Rossano 27; Luzzese 26; Fuscaldo e Colosimi 19; Nuova Audace 13; Mirto Crosia 12; Raffaele Nicastro 9; Montepaone 8; San Fili 5.

Read More »

Sondaggio: Soverato e Satriano unico Comune

SATRIANO - Sulla possibilità di conurbare i Comuni confinanti ed in particolare quelli di Satriano e Soverato si discute da anni e con più intensità in certi periodi. Un antesignano dell'iniziativa fu il compianto sindaco di Soverato, Antonino Calabretta, il quale facendo riferimento al comprensorio in senso esteso e non limitandosi al Comune di Satriano, aveva prospettato quali vantaggi e possibilità avrebbe potuto produrre per il territorio e soprattutto per Soverato la conurbazione. Al momento, non si può escludere che l'argomento possa tornare nuovamente alla ribalta con l'avvicinarsi delle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale di Satriano. In passato l'amministrazione comunale di Soverato degli anni '90 guidata da Gianni Calabretta, figlio di Antonino si era in qualche modo fatta carico della questione e addirittura demandò in questa direzione, ad uno degli assessori in carica, la delega al “comprensorio” ovvero allo studio e all'organizzazione dell'iniziativa. Anche se, va detto, che all'epoca, la delega non venne messa a regime con adeguato vigore e probabilmente anche per questa ragione non si ebbero nell'immediato sviluppi. L'iniziativa di Calabretta potrebbe rappresentare un input per i futuri amministratori di Satriano e magari, il prossimo governo satrianese potrebbe assegnare una delega in tal senso a qualche esponente dell'esecutivo. Naturalmente bisognerà attendere le prese di posizione in materia delle varie coalizioni sull'argomento, anche se, nonostante la data delle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale si avvicino, il quadro politico non appare chiaro e ben definito. Soltanto il diessino Drosi ha ufficialmente presentato il programma della lista che lo vede candidato a Sindaco mentre dei potenziali avversari non si sa nulla di ufficiale. Sul tema della conurbazione, però, neanche Drosi si è soffermato, sebbene abbia lasciato intendere come sia importantissimo per l'amministrazione satrianese promuovere intese con il territorio per valorizzare quanto più possibile la cittadina jonica le cui potenzialità sono enormi se si pensa che Satriano può contare su una vastissima area che va dal mare alla montagna. Intanto sul sito Soverato News, un sito amatoriale messo in rete da un gruppo di giovani del comprensorio, è stato inserito a partire da oggi 6 gennaio, un sondaggio online attraverso il quale i navigatori possono esprimere la loro opinione sulla possibilità di fare di Satriano e Soverato un unico Comune. Coloro che rispondono possono dichiararsi favorevoli o meno, oppure sostenere che ancora i tempi per fare di Satriano e Soverato un unico Comune non sono maturi. Ovviamente il sondaggio, spiegano da Soverato News,  non ha un valore statistico trattandosi di rilevazioni non basate su un campione elaborato con criteri di scientificità statistica ma consente ai navigatori di Soverato News di esprimere la propria opinione su argomenti, come la conurbazione, che potrebbero essere di attualità. Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Traduzione libera in italiano dal latino – Cicerone – in Catilinam I, 21

TESTO LATINOAt si hoc idem huic adulescenti optimo, P. Sestio, si fortissimo viro, M. Marcello, dixissem, iam mihi consuli hoc ipso in templo iure optimo senatus vim et manus intulisset. De te autem, Catilina, cum quiescunt, probant, cum patiuntur, decernunt, cum tacent, clamant, neque hi solum, quorum tibi auctoritas est videlicet cara, vita vilissima, sed etiam illi equites Romani, honestissimi atque optimi viri, ceterique fortissimi cives, qui circumstant senatum, quorum tu et frequentiam videre et studia perspicere et voces paulo ante exaudire potuisti. Quorum ego vix abs te iam diu manus ac tela contineo, eosdem facile adducam, ut te haec, quae vastare iam pridem studes, relinquentem usque ad portas prosequantur.TRADUZIONE LIBERA IN ITALIANOSe mi fossi rivolto con le stesse parole ad un giovane beneducato, qui fra noi, come Publio Sesto, o ad un uomo virtuosissimo come Marco Marcello, il Senato, ragionevolmente, mi avrebbe immediatamente ripreso, si sarebbe scagliato addosso con la forza, quantunque sia console, anche in un luogo divino come questo. Ma nel tuo caso, Catilina, quando i (senatori) manifestano calma, approvano, quando sopportano, giudicano, quando fanno silenzio, gridano; e ciò non vale soltanto per i senatori, la cui autorità a te è certamente cara, ma della cui vita non hai alcun rispetto, ma vale anche per i cavalieri, uomini onestissimi e valorosissimi, e vale per tutti gli altri cittadini altrettanto valorosi che circondano il Senato; hai potuto osservare quanti sono, intenderne i propositi e, poco fa, ascoltarne le voci. Con difficoltà fermo contro di te le loro mani e le loro armi, ma facilmente li convincerei, ad accompagnarti alle porte della città se la tua decisione fosse di lasciare questi luoghi che da tempo vuoi devastare.

Read More »

Traduzione libera in italiano dal latino – Cicerone – in Catilinam I, 20

TESTO LATINOQuae cum ita sint, Catilina, dubitas, si emori aequo animo non potes, abire in aliquas terras et vitam istam multis suppliciis iustis debitisque ereptam fugae solitudinique mandare? "Refer", inquis, "ad senatum"; id enim postulas et, si hic ordo (sibi) placere decreverit te ire in exilium, optemperaturum te esse dicis. Non referam, id quod abhorret a meis moribus, et tamen faciam, ut intellegas, quid hi de te sentiant. Egredere ex urbe, Catilina, libera rem publicam metu, in exilium, si hanc vocem exspectas, proficiscere. Quid est, Catilina? ecquid attendis, ecquid animadvertis horum silentium? Patiuntur, tacent. Quid exspectas auctoritatem loquentium, quorum voluntatem tacitorum perspicis?TRADUZIONE LIBERA IN ITALIANOStando così le cose, Carilina, perché esiti, se il tuo animo non si rassegna alla morte, ad allontanarti in altre terre, a consegnare all'esilio e alla solitudine una esistenza salvata da molte, legittime, meritate pene? Dici: "fai una relazione al senato"; è questo che mi domandi e ti dichiari pronto ad obbedire se il Senato prendesse la decisione di mandarti all'esilio. Non relazionerò, ciò non è compatibile con la mia indole; ma nonostante tutto ti farò comprendere cosa pensano di te coloro che sono presenti. Vattene dalla città, Catilina, libera la Repubblica (Stato: preferiamo Repubblica) dal terrore! Se non attendi che questa parola, allontanati in esilio. Ordunque, Catilina? Non osservi, non ti accorgi del loro silenzio? Sopportano, tacciono. Perché aspetti la conferma dell'ordine (della parola), quando a te è evidente la ragione del loro silenzio?

Read More »

Capodanno a "Il Delfino": il grazie degli organizzatori

JJ&D gli organizzatori. Gli organizzatori del veglione di capodanno che si è tenuto al Delfino di Montepaone Lido ringraziano quanti hanno partecipato alla riuscita serata e attraverso Gianni Romano inviano una foto che li ritrae insieme per la pubblicazione sul sito. Un modo per dire grazie e dare il benvenuto al 2007 anche agli amanti di internet.Organizzatori: JJ&D composta da: Giampiero Alcaro, Salvatore Carè, Edoardo Condò, Jacopo Rombolà e Giacomo Sangiuliano

Read More »

Un blog per raccontare la Nuova Fiat Bravo

quellichebravo Vi piacciono le auto? È un interrogativo retorico anche se, a volte, non bisogna abusare dei mezzi di trasporto e quando possibile andare a piedi. A Soverato, c'è la cattiva abitudine di spostarsi in macchina anche quando bisogna percorrere poche centinaia di metri. La città si riempie di smog, la circolazione si intasa e i problemi crescono. Succede un po' in tutta Italia e soprattutto nei centri piccoli. Ma il fascino per la quattro ruote non tramonta mai e spesso l'auto diventa oggetto di dibattiti e discussioni. Quante auto sono diventate dei veri e propri oggetti di culto!! Pensiamo alla Topolino della Fiat, alla Maggiolino della Volkswagen, alla Prinz della NSU, alla Fiat 1100, alla Bmw 02, alla Citroen DS o alla 2CV e tanti altri ancora. Ed allora pur consigliando di usare l'auto solo quando è indispensabile vogliamo segnalarvi un blog per gli amanti delle automobili ed in particolare per coloro che  amano le fiat. È nato infatti  il sito www.quellichebravo.it, si tratta di un blog che servirà a raccogliere le testimonianze di tutti coloro  che sono interessati alla nuova Fiat Bravo. Il primo post spiegano dalla Fiat è di Luca De Meo, responsabile Brand Fiat che invita a partecipare alla discussione, indicando anche lo spirito che ha promosso la nascita del blog. A questo punto non resta altro che collegarsi ...

Read More »

Traduzione libera in italiano dal latino – Cicerone – in Catilinam I, 19

TESTO LATINOHaec si tecum, ita ut dixi, patria loquatur, nonne impetrare debeat, etiamsi vim adhibere non possit? Quid, quod tu te ipse in custodiam dedisti, quod vitandae suspicionis causa ad M'. Lepidum te habitare velle dixisti? A quo non receptus etiam ad me venire ausus es atque, ut domi meae te adservarem, rogasti. Cum a me quoque id responsum tulisses, me nullo modo posse isdem parietibus tuto esse tecum, qui magno in periculo essem, quod isdem moenibus contineremur, ad Q. Metellum praetorem venisti. A quo repudiatus ad sodalem tuum, virum optumum, M. Metellum, demigrasti; quem tu videlicet et ad custodiendum diligentissimum et ad suspicandum sagacissimum et ad vindicandum fortissimum fore putasti. Sed quam longe videtur a carcere atque a vinculis abesse debere, qui se ipse iam dignum custodia iudicarit!TRADUZIONE LIBERA IN ITALIANOSe a te, la patria, come ho detto, parlasse in questo modo, non dovresti ubbidire anche se non potesse far ricorso alla forza? Che dici? Hai consegnato te stesso agli arresti domiciliari? Hai domandato di andare ad abitare da M.Lepido per evitare sospetti? Una volta respinto, hai avuto la sfrontatezza di venire perfino da me e mi hai supplicato di tenerti agli arresti nella mia casa. Ma anche da me hai ricevuto l'identico trattamento: non mi sarei sentito per nulla tranquillo a dividere con te le stesse pareti di casa, quando già in grande pericolo ci troviamo dentro le mura della stessa città, quindi ti sei rivolto a Marco Metello, tuo amico, un uomo veramente esemplare, che tu ritenevi sicuramente, il più diligente nel sorvegliare (te), il più sagace nel sospettare, il più inflessibile nel punire. Ma chi pensa di dover meritare gli arresti, non appare lungi dal dover essere condannato al carcere?

Read More »