Traduzione libera in italiano dal latino – Cicerone – in Catilinam I, 5

TESTO LATINOCastra sunt in Italia contra populum Romanum in Etruriae faucibus conlocata, crescit in dies singulos hostium numerus: eorum autem castrorum imperatorem ducemque hostium intra moenia atque adeo in senatu videmus intestinam aliquam cotidie perniciem rei publicae molientem. Si te iam, Catilina, comprehendi, si interfici iussero, credo, erit verendum mihi, ne non hoc potius omnes boni serius a me quam quisquam crudelius factum esse dicat. Verum ego hoc, quod iam pridem factum esse oportuit, certa de causa nondum adducor, ut faciam. Tum denique interficiere, cum iam nemo tam improbus, tam perditus, tam tui similis inveniri poterit, qui id non iure factum esse fateatur.TRADUZIONE LIBERA IN ITALIANOVi sono milizie posizionate in Italia nelle gole dell'Etruria contro il popolo dei romani, ogni giorno aumenta il numero dei nemici; ma il capo di quelle milizie, la guida dei nemici lo vediamo dentro le nostre mura, meglio, eccolo qui i senato a organizzare giornalmente la rovina interna della Repubblica. Catilina, se adesso ordinassi il tuo arresto e la tua condanna a morte, presumibilmente dovrei aspettarmi di essere criticato da tutti gli onesti per le mie esitazioni, non per la mia irremovibilità. Ma se, ancora non mi convinco a fare quel che già da tempo era necessario, ho i miei buoni motivi. Morirai, solo quando non ci sarà un uomo tanto corrotto, tanto perduto, tanto simile a te da non riconoscere che ho agito secondo legge.

Read More »

Montepaone-Isola C.R. 1-2 – risultati 10a giornata campionato di promozione calabrese girone A e classifica

L'Isola Capo Rizzuto batte il Montepaone per 2 reti a 1. La formazione dell'allenatore Alfonso Gerace che giocava in casa nonostante la buona prestazione ha dovuto cedere alla squadra isolana. Dopo il gol del vantaggio dell'Isola e il pareggio del Montepaone la partita non sembrava destinata a finire con una sconfitta della formazione casalinga. Ma il secondo gol durante i minuti recupero dell'Isola ha decretato la vittoria della squadra ospite. Di seguito risultati della 10a giornata e classifica campionato di promozione calabrese girone A. Azz. Rossano-S.Fili 5-1; Cutro-Simeri Crichi 2-1; Luzzese-Fuscaldo 2-1; Mirto Crosia-Colosimi 2-2; Montepaone Isola C.R. 1-2; Nuova Audace-Tiriolo 1-2; Promosport-C.Amantea 1-1; R.Nicastro-Schiavonea 0-1 - classifica Tiriolo 23; Schiavonea 20; C.Amantea,Cutro e Luzzese 19; Azz.Rossano 17; Simeri Crichi e Promosport 16; Isola C.R. 15; Colosimi 14; Fuscaldo 12; R.Nicastro, N.Audace, Mirto Crosia e Montepaone 6; San Fili 4.

Read More »

L'Inter batte in casa la Reggina e i nerazzurri sono soli al comando della serie A – risultati della 11a giornata del campionato di serie A e classifica

L'Inter vince contro la Reggina ed ora la formazione nerazzurra si trova sola al comando della classifica del campionato di serie A. Una grande squadra che vince grazie al gol di Crespo dopo appena 4 minuti di gioco. Di seguito risultati della 11a giornata del campionato di serie A e classifica Ascoli-Fiorentina 1-1; Cagliari-Palermo 1-0; Chievo-Atalanta 2-2; Empoli-Milan 0-0; Inter-Reggina 1-0; Livorno-Parma 3-0; Messina-Lazio 1-4; Roma-Catania 7-0; Udinese-Siena 3-0; Torino-Sampdoria 1-0 - classifica Inter 30 punti; Palermo 27; Roma 26; Livorno 19; Atalanta 17; Empoli, Udinese, Siena e Catania 16; Lazio 15; Cagliari e Messina 14; Sampdoria 13; Torino 11; Milan e Parma 8; Ascoli 5; Fiorentina e Chievo 4; Reggina 0

Read More »

Inter-Reggina una partita per la vetta. Da soli

Dopo la sconfitta di ieri del Palermo l'imperativo dei tifosi interisti alla propria squadra è: "primi in classifica senza se e senza ma. Da soli". L'incontro di oggi fra i nerazzurri e la Reggina infatti potrebbe garantire alla squadra milanese il primato in classifica senza compagnie. Basterebbe un pareggio ma a quanto pare la squadra di Mancini che macina sempre più gioco ottenendo vittorie sembra determinata alla vittoria. Lo storico interista Mario Iannelli per questa domenica non rilascia dichiarazioni. "Non parlo per - ha detto Iannelli - per scaramanzia".

Read More »

Traduzione libera in italiano dal latino – Cicerone – in Catilinam I, 4

TESTO LATINODecrevit quondam senatus, uti L. Opimius consul videret, ne quid res publica detrimenti caperet; nox nulla intercessit: interfectus est propter quasdam seditionum suspiciones C. Gracchus, clarissimo patre, avo, maioribus; occisus est cum liberis M. Fulvius consularis. Simili senatus consulto C. Mario et L. Valerio consulibus est permissa res publica; num unum diem postea L. Saturninum tribunum plebis et C. Servilium praetorem mors ac rei publicae poena remorata est? At vero nos vicesimum iam diem patimur hebescere aciem horum auctoritatis. Habemus enim eius modi senatus consultum, verum inclusum in tabulis tamquam in vagina reconditum, quo ex senatus consulto confestim te interfectum esse, Catilina, convenit. Vivis, et vivis non ad deponendam, sed ad confirmandam audaciam. Cupio, patres conscripti, me esse clementem, cupio in tantis rei publicae periculis me non dissolutum videri, sed iam me ipse inertiae nequitiaeque condemno.TRADUZIONE LIBERA IN ITALIANO Un tempo il Senato diede mandato con un decreto al console Lucio Opimio di vigilare affinché la Repubblica non corresse alcun pericolo.; non trascorse una notte che a causa del sospetto di sovversione fu eliminato Caio Gracco, sebbene suo padre, suo nonno e i suoi discendenti fossero stati uomini illustri; anche l'ex console Marco Fulvio fu ucciso con i suoi figli. E con un simile decreto senatoriale furono assegnati totali poteri ai consoli Cario Mario e Lucio Valerio. Trascorse forse qualche giorno in attesa dell'esecuzione del tribuno della plebe Lucio Saturnio e del pretore Caio Servilio? Tuttavia da venti giorni lasciamo che si spunti la lama del potere dei senatori. Abbiamo anche noi un decreto del senato ma è chiuso in un archivio, come una spada nella custodia. Secondo questo decreto, Catilina, dovresti essere già morto. Vivi invece. Vivi non per desistere dalla tua sconsiderata impresa, ma per continuarla. Desidero, padri coscritti, di essere clemente, ma non voglio che si veda in me un superficiale che non si rende contro del pericolo estremo in cui versa la nostra Repubblica, per questa ragione sono il primo ad accusarmi di inerzia e fiacchezza.

Read More »

Aforisma di Cicerone

O tempora, o mores!CiceroneFrase celebre di Cicerone ripetuta nell'orazione contro Catilina. Letteralmente significa: "che tempi, che costumi!". Si usa generalmente in forma spiritosa, per criticare le mode attuali.

Read More »

Ogni frutto ha la sua stagione

NOTA DELLO SLOW FOODCastagno secolare La visita di Slow food Soverato a Cerva di domenica 12 novembre.IL TEMPO DELLE CASTAGNE è una manifestazione che ha organizzato il Gal Valle del Crocchio e che è ancora in corso. Il Convivium slow food di Soverato, quest'anno, dopo le bellissime esperienze degli anni precedenti a Serrastretta con la visita ai “pastillari” ha voluto fare un'esperienza nuova, cercando di approfondire anche i temi che ci siamo portati dentro dalla partecipazione a Terra Madre, l'evento di incontro dei produttori di cibo del mondo che si è tenuto a Torino.Tra i vari appuntamenti segnalati dal Gal valle del Crocchio,abbiamo scelto di partecipare a quello organizzato a Cerva domenica 12 perché volevamo trascorrere una giornata con stimoli culturali oltre che ricca di sapori. Siamo stati accolti dal sindaco, Salvo Pascuzzi, che ha lasciato i suoi impegni per accompagnarci personalmente alla radura di località Donaglie, dove abbiamo potuto ammirare le opere di sistemazione dell'area attrezzata, realizzata con elementi di arredo semplici che bene si inseriscono in questa montagna Presilana. La visita ai castagneti, ben tenuti, ci ha fatto capire ancora di più l'operazione di cura che il Comune, la Forestale ed i cittadini praticano normalmente. Il sindaco ci ha informato che ben 15 ettari di castagno vengono dati in fitto alle famiglie di Cerva, che possono così effettuare la raccolta delle castagne contribuendo all'economia del territorio.Tutto questo ci è sembrato degno di ammirazione, perché contribuisce in pratica a quel progetto di permanenza delle persone nei territori interni, quelli più difficili e disagiati, di cui spesso si parla ma forse si conosce poco. Lo spettacolo degli 80 castagni secolari di cui almeno due con più di 300 anni di vita, ci ha affascinato, anche perché nonostante l'età e la dimensione dei tronchi cavi, sono ancora produttivi. La giornata ha avuto la sua sosta gustosa a pranzo, presso il ristorante Mundial 82, segnalato dalla guida Osterie d'Italia di Slow Food editore. Un menù a base di funghi, patate, insaccati sapientemente preparati dal titolare, Giuseppe Masciari, anche lui da segnalare per la tenacia dimostrata nel volere fare cucina di qualità in un piccolo paese di montagna, normalmente fuori dai circuiti turistici. Il sindaco ci ha poi invitato a visitare il museo della castagna, la cui inaugurazione era appunto prevista nel pomeriggio. Questa visita ci ha anche consentito di ammirare il centro storico, pieno di viuzze e case ben tenute, con una cura per le facciate rese più attraenti da murales realizzati con soggetti legati alla storia ed ai luoghi di questa comunità. Per finire, la partecipazione alla sagra delle caldarroste, allietata da musiche e balli popolari in piazza ci ha riportato al clima festaiolo che di solito si respira in occasione delle tante manifestazioni che si organizzano di questi tempi. Ma per noi di Slow food, tutto questo ha avuto un altro senso, proprio perché abbiamo voluto vivere direttamente e con semplicità una giornata in montagna partendo dai luoghi di produzione di quella materia prima ( le castagne) che spesso gustiamo in città all'angolo delle strade senza conoscerne le origini e la fatica di chi cura i castagneti.Marisa Gigliotti

Read More »

Traduzione libera in italiano dal latino – Cicerone – in Catilinam I, 3

TESTO LATINOAn vero vir amplissumus, P. Scipio, pontifex maximus, Ti. Gracchum mediocriter labefactantem statum rei publicae privatus interfecit; Catilinam orbem terrae caede atque incendiis vastare cupientem nos consules perferemus? Nam illa nimis antiqua praetereo, quod C. Servilius Ahala Sp. Maelium novis rebus studentem manu sua occidit. Fuit, fuit ista quondam in hac re publica virtus, ut viri fortes acrioribus suppliciis civem perniciosum quam acerbissimum hostem coercerent. Habemus senatus consultum in te, Catilina, vehemens et grave, non deest rei publicae consilium neque auctoritas huius ordinis; nos, nos, dico aperte, consules desumus.TRADUZIONE LIBERA IN ITALIANOMa come, una persona autorevole come Publio Scipione, pontefice massimo, mandò a morte senza mandato pubblico Tiberio Gracco, che faceva temere solo limitatamente la saldezza dello Stato, e noi consoli dovremo proseguire a subire Catilina, accanito a distruggere e a mettere a ferro e a fuoco il mondo intero? Non ho intenzione di riportare alla memoria il passato, fatti come quello di Caio Servilio Ahala che uccise con le sue mani il sovversivo Spurio Melio. Ci fu, ci fu un tempo in questa Repubblica tanta virtù che uomini valorosi castigavano il concittadino rivoltoso con maggiore durezza del più indomito dei nemici. Abbiamo un decreto del senato contro di te, Catilina, è di massima severità, allla Repubblica non scarseggiano né la saggezza né l'autorità di questo ordine (ordine senatorio); siamo noi, noi, - lo dico apertamente – i consoli che manchiamo.

Read More »