Vacanze suggerimenti

Lo staff di Soverato News invita coloro che hanno deciso di passare le festività all'estero a visitare la magica terra del nord. La Finlandia. Foto e curiosità le potete trovare al seguente indirizzo  Taivasalla.net

Read More »

Satriano. Esito elezioni politiche al Senato ed alla Camera

SATRIANO ESITO ELEZIONI POLITICHE AL SENATO E ALLA CAMERA *VOTI DEL COMUNE DI SATRIANO AL SENATOPartito pensionati 3 I Socialisti 23 Democratici di Sinistra 326 U.D.EUR. Popolari 53 Lista Consumatori 88 Repubblicani Europei - L.Sbarbati 6 Rifondazione Comunista 108 Socialdemocrazia PSDI 14 Di Pietro Italia dei Valori 176 La Rosa nel pugno 17 Insieme con l'Unione 49 La Margherita 82TOTALE VOTI UNIONE 945Per Il sud 7 Italia moderata 35TOTALE 42Democrazia Cristiana - Nuovo PSI 12 Fiamma tricolore 16 Forza Italia 300 Alleanza Nazionale 211 Partito repubblicano Italiano 2 Alternativa sociale con Mussolini 12 Udc 91 Lega nord 5TOTALE VOTI CASA DELLE LIBERTÀ 649VOTI DEL COMUNE DI SATRIANO ALLA CAMERA DEI DEPUTATIDi Pietro Italia dei Valori 98 Comunisti italiani 39 La Rosa nel pugno 19 Lista Consumatori 99 Udeur popolari 64 I socialisti 20 Rifondazione Comunista 119 Federazione dei verdi 28 L'Ulivo 590 Partito pensionati 5TOTALE VOTI UNIONE 1081Per il sud 4Alternativa sociale con Mussolini 18 Alleanza Nazionale 224 Udc 116 Democrazia cristiana N.psi 26 Fiamma Tricolore 15 Forza Italia 384 Lega nord 5TOTALE VOTI CASA DELLE LIBERTÀ 788* dati non ufficiali e da confermare. I dati ufficiali sono sul sito del Ministero dell'interno

Read More »

Soverato. Esito elezioni politiche del 9 e 10 aprile

SOVERATO ESITO ELEZIONI POLITICHE AL SENATO E ALLA CAMERA *VOTI DEL COMUNE DI SOVERATO AL SENATOPartito pensionati 33 I Socialisti 100 Democratici di Sinistra 700 U.D.EUR. Popolari 122 Lista Consumatori 284 Repubblicani Europei - L.Sbarbati 33 Rifondazione Comunista 309 Socialdemocrazia PSDI 164 Di Pietro Italia dei Valori 224 La Rosa nel pugno 74 Insieme con l'Unione 232 La Margherita 407TOTALE VOTI UNIONE 2682Per Il sud 15 Italia Moderata 17TOTALE VOTI 32Democrazia Cristiana - Nuovo PSI 35 Fiamma tricolore 44 Forza Italia 1296 Alleanza Nazionale 773 Partito repubblicano Italiano 48 Alternativa sociale con Mussolini 34 Udc 441 Lega nord 12TOTALE VOTI CASA DELLE LIBERTÀ 2683VOTI DEL COMUNE DI SOVERATO ALLA CAMERA DEI DEPUTATIDi Pietro Italia dei Valori 115 Comunisti italiani 167 La Rosa nel pugno 110 Lista Consumatori 346 Udeur popolari 164 I socialisti 89 Rifondazione Comunista 298 Federazione dei verdi 59 L'Ulivo 1594 Partito pensionati 35TOTALE VOTI UNIONE 2977Per il sud 12Alternativa sociale con Mussolini 48 Alleanza Nazionale 852 Udc 581 Democrazia cristiana N.psi 55 Fiamma Tricolore 55 Forza Italia 1437 Lega nord 13TOTALE VOTI CASA DELLE LIBERTÀ 3041* dati non ufficiali e da confermare. I dati ufficiali sono sul sito del Ministero dell'interno

Read More »

Gasperina. Italia dei Valori fa tappa a Gasperina

ITALIA DEI VALORI FA TAPPA A GASPERINA. SORIERO E LUPICA INCONTRANO LA CITTADINANZAGasperina - Per la campagna elettorale Italia dei Valori fa tappa a Gasperina, dove nella sala Comunale, Pino Soriero, unico capolista calabrese al senato della provincia di Catanzaro, come è possibile leggere sul volantino di propaganda e come durante la manifestazione qualcuno ripeteva, insieme a Maria Grazia Lupica (in Gasperina più nota come Graziella), candidata al Senato, hanno presentato il programma della lista Di Pietro. Soriero, dopo avere spiegato l'importanza di una battaglia per la legalità al fine di riscattare il nostro Paese e ribadito il suo impegno per il comprensorio del basso-jonio, ha sottolineato l'estrema utilità per la cittadinanza di far riferimento a formazioni vicine alla società civile che non disperdono in un elettorato troppo grande il loro impegno. Maria Grazia Lupica, ha spiegato ai suoi compaesani, i motivi che l'hanno spinta a candidarsi in Idv, ovvero quello di dare un contributo di idee e di energie per il riscatto della nostra Calabria.Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Satriano. L'abbraccio di Pino Soriero ai satrianesi

Satriano - “Nell'ambito della campagna elettorale è l'unico Comune a cui dedico una giornata intera. Il primo stamattina e in serata con una degustazione di vini in Marina. È bello essere sostenuti nella zona dove si è nati”. Con queste parole Pino Soriero, satrianese doc e capolista al senato per Italia dei Valori si è presentato ai suoi compaesani nella sala del consiglio comunale. L'ex sottosegretario del governo Prodi ha ripercorso la sua carriera politica facendo riferimento al forum de “Il Quotidiano” pubblicato qualche giorno addietro dove ha spiegato le ragioni del suo agire politico e della sua scelta e ha illustrato il programma del centrosinistra. Un programma, secondo Soriero, che ha bisogno di mettere in primo piano la legalità come modello di comportamento per amministrare far rinascere la nostra terra . A livello locale, Soriero, ha richiamato alla mente dei presenti, il suo impegno concretizzatosi con l'istituzione della caserma dei vigili del fuoco e della capitaneria di Porto a Soverato e con la costituzione della caserma dei carabinieri a Satriano. Per i militari presenti in sala, Soriero ha chiesto un applauso che è stato immediatamente effettuato dal pubblico. Il candidato al senato di Italia dei Valori ha raccontato di avere assistito a Catanzaro al film “Il Caimano” ed ha invitato tutti ad andarlo a vedere “perché - ha detto - aiuta a capire i problemi dell'Italia e perché il nostro Paese è in difficoltà”. Dopo avere spiegato che Satriano ha la possibilità e quindi il dovere di diventare il polmone dello sviluppo di tutto il comprensorio, Soriero è stato salutato da un lungo applauso. Al termine tanti saluti e calorosi abbracci per il compagno Soriero.Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Satriano. Intervista a Pino Basile

Satriano - In questo periodo sono due gli argomenti all'attenzione di coloro che si interessano di politica a Satriano. Il primo riguarda la campagna elettorale per il rinnovo del parlamento che vede fra i candidati al senato il satrianese Pino Soriero (lista Italia dei Valori), unico capolista della provincia di Catanzaro e l'altro i lavori dell'ultimo consiglio comunale. Un civico consesso che fra i punti all'ordine del giorno ha avuto la surroga del consigliere dimissionario Francesco Battaglia a cui sarebbe dovuto subentrare il primo dei non eletti Teodoro Santaguida. Ma a quanto pare Santaguida, come conferma, ha rinunciato ad entrare nell'assise comunale. Pertanto a sedere fra i banchi del civico consesso dovrebbe subentrare in qualità di consigliere comunale Lucia De Toma, candidata della lista “Casa Comune per Satriano”. Sui lavori dell'ultimo civico consesso interviene sulle colonne de “Il Quotidiano”, Pino Basile, consigliere di minoranza. Come giudica i lavori dell'ultimo consiglio comunale?Il gruppo consiliare di minoranza aveva chiesto un consiglio comunale aperto per discutere della crisi politico-amministrativa che oramai si trascina da molto tempo,ma il sindaco ha voluto che se ne parlasse in seno al consiglio,senza dare la parola ai cittadini e alle forze politiche. Non è la prima volta. Dalla discussione è emersa una maggioranza interessata soltanto alla gestione del potere amministrativo. Né il sindaco,né i consiglieri di maggioranza hanno spiegato perché hanno perso due assessori e definitivamente il consigliere Ciccillo Battaglia,già vice-sindaco. I lavori del consiglio non potevano che risentire di questo stato di ambiguità politica.Qualcuno pensa che la maggioranza dopo l'ultimo consiglio si è rafforzata. Lei è dello stesso avviso?Come si può pensare che la maggioranza possa essersi rafforzata se è rappresentata dalle stesse persone che ancora oggi vengono a criticare alle spalle il sindaco e il suo operato e che non riesce a sostituire il consigliere dimissionario.Come si sta organizzando l'opposizione per quest'ultimo anno di attività amministrativa?Non solo l'opposizione ma l'intera società civile deve prepararsi ad una grande opera di ricostruzione del paese. Otto anni sono trascorsi non solo inutilmente quanto dannosamente. La rinascita di Satriano dovrà passare attraverso un lavoro congiunto fra l'opposizione consiliare e i partiti. Da soli non riusciremo ad essere incisivi,ma certamente potremo,anzi dovremo dare tutto il nostro contributo per far uscire la nostra collettività dall'angoscia nella quale è sprofondata. Il centro storico come la marina e le contrade dovranno dialogare positivamente fra loro,perché dai loro uomini e dalle loro necessità potrà finalmente nascere una nuova primavera per Satriano. Certo i partiti dovranno essere la forza trainante. Accanto ai democratici di Sinistra,che rappresentano il vero partito d'opposizione a Satriano, dovranno operare nei fatti tutte le altre forze che intendono concorrere alla coalizione politico ammnistrativa. Nessuno, ovviamente, può pensare che bastino da sole le sigle. Né potranno bastare le ultime tre settimane per legittimare aspirazioni e giustificare ostruzionismi. Le forze civili si facciano avanti con umiltà e i partiti con intelligenza si arricchiscano delle risorse disponibili al dialogo costruttivo e sereno.Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Soverato, verso le comunali

Soverato - Prima che cominciassero i lavori del convegno organizzato dall'Unione progetto per Soverato si potevano notare in una sala comunale affollata, molti cittadini sfogliare un opuscolo, distribuito dagli organizzatori, sul tema dell'incontro riguardante "le politiche per l'abitare". I lavori sono stati introdotti da Mimmo Loiero il quale ha annunciato i prossimi passi per la costruzione del programma da presentare agli elettori che l'Unione Progetto per Soverato si sta apprestando a fare. In particolare saranno distribuiti una serie di opuscoli su temi di interesse collettivo prodotti con il contributo di gruppi di lavoro ancora aperti a nuove adesioni. Lo spirito che animerà il lavoro ha spiegato Loiero sarà quello di invertire la rotta, valorizzando tutti quei settori che rappresentano i settori di forza della città: commercio, turismo, professioni, scuola, volontariato etc. Quindi, Gianni Calabretta, ha presentato il tema del convegno, richiamando l'attenzione dei presenti sul fatto che il problema dell'abitazione è, a livello nazionale, sotto la lente di tutte le forze politiche, da destra a sinistra. Ragion per cui, secondo l'ex sindaco di Soverato, diventa doveroso interessarsi della questione a livello locale dove si concretizzano le politiche urbanistiche. Ripercorrendo la storia dello sviluppo degli insediamenti abitativi a Soverato, Calabretta, ha fatto capire quanto sia importante conoscere quest'ultima per potere riflettere sull'importanza di costruire quartieri vivibili al fine di avere una città più a misura d'uomo. Poiché l'argomento della casa s'intreccia con questioni vitali della vita di una comunità, Calabretta ha sostenuto l'importanza per una forza che si propone alla guida della città di dare delle risposte in merito. In questo senso, è fondamentale per l'ex sindaco, puntare sui piani di zona. Su questi strumenti di agevolazione per l'acquisto della prima casa per Calabretta, l'amministrazione in carica ha dimostrato una completa mancanza di sensibilità. Dopo l'ex sindaco sono seguite una serie di testimonianze da parte di alcuni cittadini presenti che confermavano attraverso la loro esperienza come i piani di zona rappresentino l'indirizzo giusto da adottare per una politica urbanistica informata ai criteri del risparmio. Ha concluso i lavori il candidato a Sindaco Claudio Rombolà, mettendo in guardia i presenti dagli slogan che fanno credere come l'utilizzo del mattone in maniera massiccia possa calmierare i prezzi. "Pensiamo a Montecarlo - ha detto - in quel posto costruire nuovi fabbricati non significa abbassare i prezzi". Sì al mattone dunque per Rombolà, ma solo quando ce ne sia davvero bisogna e serva per l'acquisto della prima casa. E questo lo si può fare solo con i piani di zona. Diversamente si rischia la speculazione senza nessun vantaggio per quelle giovani coppie che un giorno decideranno di vivere comprando la loro prima casa a Soverato.Fabio Guarna (Fonte il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Soriero, il Ds Dipietrista: la Quercia mi caccia? Ricorro a Strasburgo

IN CALABRIA / Tessera da 31 anni, correrà con l'ex pm: il mio partito ha sbagliato tutto, in lista nomi imposti come la vedova Calipari Soriero, il ds-dipietrista: la Quercia mi caccia? Ricorro a Strasburgo C'è una Terza via di Anthony Giddens e una di Giuseppe Soriero, detto Pino: «La mia teoria è che uno in politica o sta fermo nella continuità o fa il salto della quaglia. E poi c'è la terza via, quella mia: sono candidato indipendente al Senato qui in Calabria, con l'Italia dei Valori di Antonio Di Pietro, però mantengo in tasca la tessera ds, che possiedo da 31 anni». Pino Soriero, segno del Leone, classe '55, ex sottosegretario ai Trasporti, con delega al porto di Gioia Tauro, è il protagonista dello «scandalo» politico calabrese di questi giorni. Lui, diessino, correrà da indipendente con l'ex pm senza lasciare la Quercia: semplicemente, si tiene la tessera. La sua federazione lo ha espulso, ma lui resiste, appellandosi all'articolo 4 dello statuto interno. E, nel frattempo, fa campagna elettorale da ds-dipietrista, fregandosene delle polemiche. Soriero, proprio nessun imbarazzo? In fin dei conti corre con un altro partito, ma presentandosi come diessino. «Il travaglio c'è, certo, sono tormentato. Ma imbarazzato... no. Perché non sono uno come Lanfranco Turci, che ha sbattuto la porta e se n'è andato con la Rosa nel pugno. Io sto vivendo una condizione sperimentale: dirigente nazionale ds, partito al quale sono iscritto da 31 anni, nella direzione nazionale dal 1988, farò il candidato indipendente per Di Pietro. Ma resto diessino». E i suoi però l'hanno espulsa dalla Quercia. Usando parole forti: irresponsabile, strumentale... «Ah, questa dell'espulsione è fantastica. Loro parlano dell'articolo 3 dello statuto. Bene, io ho chiesto un parere autorevole al presidente emerito della Corte costituzionale, Corasaniti. E lui si è studiato la situazione e mi ha detto che grazie all'articolo 4 dello stesso statuto posso correre con Italia dei valori e mantenere la tessera: è un partito alleato. Insomma, io resto. Sono pronto a ricorrere in ogni sede, fino alla Corte europea dei diritti umani a Strasburgo». Sicuro? «Sicurissimo . Tra l'altro in Umbria c'è un caso identico al mio, ma lì nessun problema perché è stato concordato. Qui, invece, mi fanno dispettucci paesani perché dò fastidio». A chi? «Ai mammasantissima che stanno distruggendo l'Ulivo calabrese. Due nomi? Marco Minniti e Nicola Adamo. Hanno fatto una lista per le politiche funzionale a logiche burocratiche di vertice. In base alla quale io, che rappresento un valore aggiunto per la Calabria, sono stato escluso senza neppure una telefonata. E invece sono stati imposti Nicola Latorre come capolista e, con tutto il rispetto, la vedova Calipari. Una roba assurda». Dunque per lei non esiste un «caso Soriero»? «No, semmai esiste un caso Unione, in Calabria. Il segretario della Cgil, Fernando Pignataro, è andato via dai Ds e corre con Diliberto. Il Rettore dell'Università di Reggio Calabria, Ferdinando Bianchi, anche lui dirigente nazionale ds, ha sbattuto la porta e si candida con i Verdi. Per non parlare della lista Loiero con i Codacons. Minniti e Adamo stanno distruggendo il partito e la coalizione: se ne dovrebbero andare loro, dal partito, e non io». Della sua decisione ha parlato con i vertici ds? «Ho inviato il parere di Corasaniti a Fassino e Chiti, e loro non hanno detto nulla. Quindi, per me, è tutto a posto. Sono tre anni che lavoro per il partito democratico e con la mia associazione, "Il Campo", perseguo gli obiettivi di Romano Prodi. Insomma, resto ds. I conti, coi compagni, li faremo ai prossimi congressi».Angela Frenda (Fonte: il Corriere della Sera del 18 marzo 2006)

Read More »

Soverato. Il consorzio di bonifica prpone piccoli interventi

Soverato - All'attenzione del Consorzio di bonifica la realizzazione di piccoli interventi per una migliore fruibilità del territorio. È quanto si apprende da un comunicato stampa a firma del Presidente del consorzio Francescantonio Matozzo nel quale sono resi noti gli esiti di un incontro convocato dai vertici del Consorzio Assi Soverato con sindaci e rappresentanti dei Comuni ricadenti nel comprensorio del Basso-jonio. “La riunione, nell'intento del presidente del Consorzio di bonifica – si legge nella nota – è stata mirata a valutare e valorizzare la possibilità reale di concludere tra i Comuni e l'Ente, interagenti nello stesso ambito territoriale, protocolli d'intesa previsti nel dettato normativo della legislazione regionale per realizzare piccoli interventi (staccionate, viabilità rurale, verde pubblico) mettendo in comune le risorse finanziate da parte dei Comuni e la manodopera degli operai forestali in gestione al consorzio”. Non manca Matozzo di evidenziare che esiste al riguardo una pregevole azione già messa in atto che oltre ai naturali benefici prodotti ha avuto pregio di valorizzare le risorse umane impiegate, “spesso – si legge - oggetto di critiche infondate e generalizzate”. Quanto alle richieste provenute dagli amministratori v'è da dire che essi hanno espresso la volontà di far rientrare nei programmi forestali alcune aree rurali. Sindaci e rappresentanze comunali si legge nel comunicato “hanno accolto positivamente questo momento di concertazione e dichiarato la loro disponibilità a mettere a frutto questa opportunità”. Attraverso questa intesa la delegazione rappresentativa del Consorzio ritiene di poter “soddisfare alcune richieste di piccoli lavori” grazie al collegamento tra Enti comunali e Area consortile. È stato quindi proposto un protocollo d'intesa per il quale conclude il comunicato stampa “i sindaci presenti hanno dichiarato la loro più ampia disponibilità alla firma”. Il protocollo verrà formalizzato nei prossimi giorni.Fabio Guarna ( Fonte il Quotidiano della Calabria)

Read More »