Soverato, consiglio comunale: riconosciuti due debiti fuori bilancio

Consiglio ComunaleSoverato. Prima di iniziare la seduta i consiglieri comunali hanno ricordato le vittime de "Le Giare" e dell'11 settembre con un minuto di silenzio. Quindi il presidente del Consiglio comunale, Giancarlo Tiani, dopo aver chiarito al consigliere di minoranza, Antonello Gagliardi, alcune questioni legate al funzionamento delle commissioni consiliari appena istituite, ha dato la parola a Gianni Calabretta dell'opposizione.Quest'ultimo ha sollecitato il sindaco a dare risposte ad alcune interrogazioni formulate nelle precedenti sedute sull'organizzazione del personale. Il sindaco Mancini ha risposto sostenendo l'utilità di alcune operazioni avviate pur rilevando che trattandosi di atti gestionali e non politici alcune risposte verranno fornite successivamente dal direttore generale. Le risposte del sindaco hanno soddisfatto, non senza una punta di ironia, l'ex sindaco Calabretta, in quanto a suo giudizio contenevano l'ammissione che alcuni uffici si trovano in carenza di organico. Deficit attribuibile, per Calabretta, a responsabilità politica dell'amministrazione. Il Consiglio ha quindi proceduto ad esaminare i punti all'ordine del giorno: il primo inerente il riconoscimento di un debito fuori bilancio "giusta sentenza n 1879/05, vertenza Papaleo Francesco + 1" dell'importo circa 78.000 euro che é passato con i voti della sola maggioranza e su cui ha relazionato il primo cittadino che ha sottolineato l'utilità, dopo aver ripercorso la storia del debito maturato ben 19 anni fa, di riconoscere il debito piuttosto che far proseguire il contenzioso in una lite con poche chance di vittoria per l'ente. Di parere contrario la minoranza che, attraverso Claudio Rombolà, ha motivato le ragioni del suo dissenso riconducibili, pur riconoscendo la legittimità dell'atto, ad alcune incongruenze della procedura. Rombolà ha anticipato anche le ragioni del voto contrario al punto successivo inerente il riconoscimento di un debito fuori bilancio - vertenza Aldo Mazzanobile. La minoranza ha rilevato che per il pagamento del debito viene contemplato l'utilizzo dell'avanzo di bilancio 2005 ma per l'opposizione non esiste un avanzo bensì un disavanzo di oltre un milione e settecentomila euro. Inoltre per l'opposizione su quest'ultimo punto non vi sono elementi per avere certezza che al debito non ci si sarebbe più potuti opporre.Va rilevato che durante la discussione in aula è scoppiato un forte battibecco fra Calabretta e Mancini poichè il primo sentendosi attaccato su alcuni questioni legate a debiti pregressi, ha dettagliatamente difeso il buon operato dell'amministrazione di "Pedalando volare" sottolineando l'estrema genericità delle accuse rivolte. Mancini, invece, ha ribadito che la sua amministrazione ha avviato dal 2001 un'opera di risanamento a fronte di situazioni debitorie ereditate dai precedenti governi della città Sull'ultimo punto all'odg ovvero approvazione variante allo strumento urbanistico vigente ai sensi dell'articolo 5 del Dpr 447/98 per la realizzazione di una struttura turistico ricettiva con annesso centro benessere in Via Trento e Trieste denominata "Total beauty" si è registrata la mancata partecipazione del consigliere Gianni Calabretta che si è dichiarato incompatibile. Prima di allontanarsi dall'aula Calabretta ha chiesto ai consiglieri di introdurre un nuovo punto all'odg inerente la discussione sulle linee generali della variante al Prg. Per l'introduzione però era necessario avere il voto unanime dei consiglieri. Favorevoli erano solamente Gagliardi, Calabretta, Fazzari, Merenda e Rombolà. Si è passati quindi alla discussione dell'ultimo punto introdotto da una lunga relazione dell'assessore all'Urbanistica, Giuseppe Froio, che è stato approvato.Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »

I limoni

Albero LimoneAscoltami, i poeti laureati si muovono soltanto fra le piante dai nomi poco usati: bossi ligustri o acanti. Io, per me, amo le strade che riescono agli erbosi fossi dove in pozzanghere mezzo seccate agguantano i ragazzi qualche sparuta anguilla: le viuzze che seguono i ciglioni, discendono tra i ciuffi delle canne e mettono negli orti, tra gli alberi dei limoni.Meglio se le gazzarre degli uccelli si spengono inghiottite dall' azzurro: piú chiaro si ascolta il susurro dei rami amici nell' aria che quasi non si muove, e i sensi di quest' odore che non sa staccarsi da terra e piove in petto una dolcezza inquieta. Qui delle divertite passioni per miracolo tace la guerra, qui tocca anche a noi poveri la nostra parte di ricchezza ed é l' odore dei limoni.Vedi, in questi silenzi in cui le cose s' abbandonano e sembrano vicine a tradire il loro ultimo segreto, talora ci si aspetta di scoprire uno sbaglio di Natura, il punto morto del mondo, l' anello che non tiene, il filo da disbrogliare che finalmente ci metta nel mezzo di una verità Lo sguardo fruga d' intorno, la mente indaga accorda disunisce nel profumo che dilaga quando il giorno piú languisce. Sono i silenzi in cui si vede in ogni ombra umana che si allontana qualche disturbata DivinitàMa l' illusione manca e ci riporta il tempo nelle città rumorose dove l' azzurro si mostra soltanto a pezzi, in alto, tra le cimase. La pioggia stanca la terra, di poi; s' affolta il tedio dell' inverno sulle case, la luce si fa avara - amara l' anima. Quando un giorno da un malchiuso portone tra gli alberi di una corte ci si mostrano i gialli dei limoni; e il gelo del cuore si sfa, e in petto ci scrosciano le loro canzoni le trombe d' oro della solarità.(Eugenio Montale, Ossi di seppia)

Read More »

Soverato, nel consiglio comunale di oggi non si parla di parcheggi a pagamento

SOVERATO Oggi alle ore 16,00 si terrà il consiglio comunale che non vede figurare tra i punti all'ordine del giorno quello dell'istituzione dei parcheggi a pagamento. Si tratta di un argomento che in città durante la stagione estiva ha generato un intenso dibattito rimandato a settembre per un maggiore approfondimento. La discussione e quindi l'approvazione di una eventuale istituzione di aree da adibire a parcheggio a pagamento sarebbe dovuta passare dai banchi del consiglio comunale, ma usiamo il condizionale perché secondo alcune fonti accreditate sarebbe sufficiente una deliberazione di giunta comunale per il perfezionamento della procedura. Pertanto, sempre secondo le stesse fonti, al civico consesso, resterebbe solo la competenza riguardo l'approvazione della convenzione - qualora si decida di affidare la gestione dei parcheggi ad imprese private - con la ditta incaricata del servizio. Potrebbe essere quindi una cooperativa, un'impresa privata o lo stesso Comune a curarsi del controllo. Vero è che l'argomento, a prescindere dalle competenze burocratiche o istituzionali deve essere affrontato in maniera partecipata, coinvolgendo i cittadini e soprattutto gli operatori commerciali che sarebbero i primi a subire le conseguenze di un atto del genere. Un atto che potrebbe rivelarsi efficace se ben progettato ma che potrebbe scoprirsi come un vero e proprio boomerang in caso contrario per gli ideatori. Infatti molti cittadini si chiedono se l'istituzione dei parcheggi a pagamento terrà conto della residenza dei proprietari delle autovetture per agevolare gli abitanti di Soverato, o se invece i costi saranno stabiliti senza valutare detto criterio. Tante domande e naturalmente ancora poche risposte in attesa di maggiori ragguagli che per adesso sono solo frutto di indiscrezioni anche se arrivano da fonti accreditate.Fabio Guarna

Read More »

Soverato, muore sub

Un sub nella mattina di sabato è morto. Si era immerso nelle acque antistanti la spiaggia (lato nord) di Soverato per una immersione. Si tratta del 44enne Guido Mancuso di Panettieri.

Read More »

Soverato: convocato il consiglio comunale per il prossimo 11 settembre

Soverato - Sarà convocato per il prossimo 11 settembre alle ore 16,00 il consiglio comunale di Soverato per discutere del riconoscimento di alcuni debiti fuori bilancio e sull'esame ed approvazione di una pratica urbanistica relativa alla realizzazione di una struttura turistico ricettiva con annesso centro benessere in Via Trento e Trieste. L'ordine del giorno è stato stabilito dalla conferenza dei capigruppo riunitasi mercoledì. Erano presenti tutti i rappresentanti dei gruppi consiliari e il presidente del consiglio comunale Giancarlo Tiani. Non è stato inserito fra i punti da discutere quello relativo al voto sull'approvazione dei verbali delle sedute precedenti in quanto non sono stati ancora sbobinati e trascritti gli interventi interessati alla convalida. Dopo la conferenza dei capigruppo si sono riuniti le commissioni consiliari nominate durante l'ultimo civico consesso che hanno proceduto distintamente alla nomina dei presidenti e vicepresidenti. Nella prima commissione (affari generali) è stato eletto presidente Vittorio Sica (Patto per lo Jonio) e vicepresidente Donatella Scuteri (Forza Italia); seconda commissione (politiche U.E.): pres. Maurizio Gioviale (Udc), v.pres. Vittorio Sica; terza commissione (assistenziale): pres. Donatella Scuteri (Forza Italia), v.pres. Salvatore Riccio (Udc); terza commissione (urbanistica): pres. Antonio Rattà (Alleanza nazionale), v. pres. Salvatore Riccio.Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »

Parte il campionato di serie A – I giornata

Parte il campionato di serie A 2006-2007 .Questi gli incontri della prima giornata .ROMA - LIVORNOFIORENTINA - INTERATALANTA - ASCOLICAGLIARI - CATANIACHIEVO - SIENAMESSINA - UDINESEMILAN - LAZIOPALERMO - REGGINASAMPDORIA - EMPOLITORINO - PARMA

Read More »

Luciano Battaglia e Michele Drosi è la sfida "non ufficiale". Mentre cominciano a circolare le notizie civetta

Foto di SatrianoSatriano - scriveva Oscar Wilde: “l'autorità è sempre degradante, degrada sia coloro che la esercitano e sia coloro che la subiscono”. Chissà se a Satriano, dopo avere letto questo aforisma i nomi degli aspiranti a candidarsi a sindaco cominceranno a diminuire. In realtà di definito c'è ben poco. I nomi che si fanno con una certa attendibilità sono quelli di Michele Drosi, dirigente regionale dei Ds che da tempo conferma di essere disponibile a candidarsi dichiarando di essere impegnato a formare una coalizione per amministrare il paese e di Luciano Battaglia, assessore ai lavori pubblici e già sindaco di satriano che sulla sua candidatura non conferma e non smentisce. Intanto il tempo trascorre e l'appuntamento previsto per la prossima primavera quando si voterà per il rinnovo del civico consesso si avvicina generando sempre più interrogativi. Le domande più frequenti che si fanno negli ambienti politici cittadini attualmente sono: quanti candidati si contenderanno gli scranni di palazzo di città? Luciano Battaglia e Michele Drosi sono gli unici nomi o ce ne sono altri? E ancora: chi sono gli aspiranti assessori delle prossime giunte? È tutto oro quel che luccica o quel che si vede non corrisponde alla realtà e dietro le quinte i giochi e le intese restano aperti a soluzioni difficilmente ipotizzabili? Tante domande e poche risposte riferibili sia a destra che a sinistra. Vero è che l'abitudine al trasversalismo e al trasformismo a satriano, come in gran parte del nostro paese non è una novità. Ancor più se si considera che in una piccola comunità, il consenso verso questo o quel candidato non è dettato spesso dall'appartenenza politica come avviene per altre competizioni elettorali (Camera, Senato, etc.) Ma da altri motivi. Ecco perché le domande e le notizie che si rincorron, solitamente frutto di fantapolitica, trovano terreno per diffondersi. Ma spesso si tratta di notizie civetta. Ovvero delle notizie messe in campo per sondare gli animi e gli intenti dell'opinione pubblica ma prive di un reale fondamento. Esiste, in materia, un precedente abbastanza autorevole. Nel 1991 l'allora ministro delle finanze, rino formica fece circolare notizia di un imminente condono fiscale. Lo fece per saggiare la reazione dell'opinione pubblica. La stampa prese la notizia per buona e la divulgò e commentò congruamente. Toccò poi allo stesso ministro smentirla e dichiarare apertamente che si era trattato, così si espresse, di una comunicazione-civetta. Insomma quanto basta per valutare attentamente e serenamente quanto viene dichiarato in attesa che i giochi si concludano. Intanto il tempo stringe e la satriano politica non nuova ad esperienze di liste last-minute non si ferma. Ai cittadini resta un ultimo interrogativo: verranno ufficializzati i nomi dei candidati a sindaco in tempi ragionevoli per consentire agli elettori di valutare senza fretta programmi e uomini che dovranno amministrare nel quinquennio 2007-2012 la città? Qualcuno pensa, e forse spera, che si finirà in zona cesarini.Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Read More »